Martedì, 27 Luglio 2021
Economia

Ex Bertone, Marchionne non aspetta più: "Subito l'accordo o salta tutto"

La Fiat è quasi pronta per produrre il nuovo modello di Maserati. Marchionne: "Non voglio costringere nessuno, ma una decisione va presa. Ci sono già piani alternativi"

Giorni tesi, tesissimi quelli che aspettano i lavoratori della ex Bertone di Grugliasco. La Fiat è quasi pronta per produrre il nuovo modello di Maserati nello stabilimento acqusitato due anni fa. Ma pretende la firma dei sindacati, di tutti i sindacati, sul nuovo accordo stile Mirafiori. La Fiom, storicamente, forte alla Bertone, non pare disposta ad accettare. Lunedì mattina Marchionne ha iniziato a parlare di tempi: "L'ingegnerizzazione della nuova auto è quasi pronta, io non voglio costringere nessuno, ma una decisione va presa. Quindi resta poco tempo per stabilire se sia Grugliasco o un altro sito il posto dove produrre la vettura". L'ultimo vero incontro tra Fiat e sindacati c'era stato all'Unione industriale di Torino il 22 marzo. Poi la divisione tra i sindacati, la nascita di un comitato per il sì, l'orgoglio Fiom, l'appello a Cota e Chiamparino per una mediazione. A giorni si dovrà prendere una decisione definitiva.

C'è già la via d'uscita per la Fiat, assicura il manager italo-svizzero: "I piani alternativi se non riusciremo a fare l’investimento alla Bertone ci sono. Li abbiamo sia in Italia sia altrove. Io preferirei fare la Maserati in Italia, e sono ottimista sul fatto che la vettura si possa fare nel nostro Paese". La parola adesso passa ai lavoratori: "Lascio giudicare ai dipendenti della Bertone, sarebbe un vero peccato per loro non fare l’investimento lì, ma ognuno è libero di fare le sue scelte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Bertone, Marchionne non aspetta più: "Subito l'accordo o salta tutto"

TorinoToday è in caricamento