Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Maltempo Torino: il Po non esonda, tregua nella notte

Domenica di piogge intense sul Piemonte. In molte zone di Torino e provincia i fiumi e i torrenti sono particolarmente ingrossati. In serata in città è atteso il Po ai suoi livelli più alti. Tutti gli aggiornamenti

© Tm News Infophoto

Domenica di piogge intense sul Piemonte. In molte zone di Torino e provincia i fiumi e i torrenti sono particolarmente ingrossati. A Bobbio Pellice (Torino) sono stati registrati 178 millimetri, a Praly (Torino) centosette e ottantuno a Balme (Torino). Il Piemonte, tuttavia, continua a trattenere il fiato per il maltempo: lo stato di allerta proseguirà fino a lunedì. Il governatore del Piemonte Roberto Cota, che ha seguito minuto per minuto l'evolversi della situazione, fermandosi a lungo nella sala operativa della Protezione civile regionale, continua a rinnovare l'appello a evitare luoghi potenzialmente pericolosi, a partire da ponti e sponde dei fiumi e sottopassi. Ecco tutti gli aggiornamenti in diretta.

TUTTI I VIDEO

> Fiume Dora dal Ponte di corso Umbria

> Fiume Po dai Murazzi alle ore 14

> Barriera di Milano, il ponte sopra il fiume Dora

> Fiume Po dai Murazzi alle ore 17

GLI AGGIORNAMENTI

MATTINA DEL 7 NOVEMBRE, LUNEDI': E' sempre allerta in gran parte del Piemonte, dove la notte ha concesso una breve tregua. A Torino il Po non è esondato ai Murazzi e sono stati riaperti due ponti sulla Dora, il ponte Bologna, che collega via Bologna a corso XI Febbraio, e il ponte di piazza Fontanesi (lungo Dora Voghera), zona della città che ieri destava grande preoccupazione. Le previsioni peggiori non si sono verificate, ma questo non significa che l'emergenza sia cessata. Il colmo di piena del Po sta transitando a Torino con valori vicini all' elevata criticità.

ORE 23.25 - La piena del Po è in arrivo tra Moncalieri e Torino e si moltiplicano le misure di prevenzione. Gli abitanti al piano terreno nelle case più vicine al corso d'acqua, nella zona di confine tra il popoloso comune alle porte del capoluogo e la stessa Torino, sono stati invitati a lasciare le loro abitazioni e a spostarsi ai piani alti. E' stato inoltre raccomandato di spostare le auto dai box e di non scendere negli scantinati.

ORE 23.20 - Il Sindaco di Torino, Piero Fassino, "ha disposto l'ordinanza di sgombero per 94 famiglie residenti in corso Moncalieri, in edifici compresi nell'area del Fioccardo, vicini al fiume Po". Lo comunica l'ufficio stampa del Comune. "L'area è presidiata costantemente da Protezione Civile, Vigili Urbani e Forze dell'ordine. La decisione - spiega il comunicato della Città è stata assunta in via cautelativa sulla base delle previsioni di rischio formulate in serata dall'Agenzia Interregionale per il Po (AIPO). Le operazioni di evacuazione sono in corso con la piena collaborazione dei residenti, che saranno ospitati in strutture messe a disposizione dalla Croce Rossa. Allo stato - conclude la nota del Comune - non risultano a Torino altri punti di criticità e, in ogni caso, tutte le strutture di allerta e prevenzione sono pienamente operative"

ORE 22.25 - Domenica sera il sindaco, Piero Fassino, si è recato in Lungo Po Diaz, sopra i Murazzi del Po, per verificare di persona il livello del fiume e interloquire con i cittadini preoccupati per l’ondata di piena annunciata in tarda serata. Il transito ai Murazzi per pedoni e auto era stato vietato fin da ieri da un’ordinanza firmata dal primo cittadino. Stessa cosa per i Cimiteri, chiusi per sicurezza per tutto il giorno. “La situazione è costantemente controllata – ha precisato il sindaco- e le misure adottate rispondono a un necessario principio di cautela. È tuttavia auspicabile che ogni cittadino, in questi giorni, si sposti soltanto per ragioni di urgente e stringente necessità”.

ORE 22.05 - Il Comune conferma che la Ztl resterà sospesa nella giornata di domani nonostante la revoca dello sciopero dei mezzi pubblici da parte delle organizzazioni sindacali.

ORE 21.30 - La possibile ondata di piena è attesa per la notte

ORE 19.30 - Una donna incinta rimasta intrappolata sull'auto tra due alberi abbattuti è stata liberata questa sera dai vigili del fuoco a Chivasso in via Po.

ORE 19.05 - Il CCISS ha segnalato che è stata chiusa l'uscita A32 To-Bardonecchia di Rivoli/Rosta in direzione Torino per allagamento

ORE 18.45 - Non è utilizzabile il Ponte Carpanini di Borgo Dora, è stato alzato per favorire il deflusso delle acque

ORE 18.35 - L'Agenzia Interregionale per il Po di Parma prevede che il colmo di piena nel Piemontese transiti nella notte con valori di poco inferiori a livello 3 (superato, si inizia a parlare di elevata criticità) tra Moncalieri e la confluenza della Stura di Lanzo (S.Mauro Torinese). Tra le confluenze della Dora Baltea (Crescentino) e del Ticino (Ponte della Becca) dovrebbe permanere una criticità ordinaria (tra livello 1 e 2) che però potrà raggiungere livelli più consistenti alla confluenza tra il Po e il Tanaro. Particolare attenzione è rivolta alle zone di confluenza in Po degli affluenti - in particolare Dora Riparia, Chisola e Tanaro - sul Po a Moncalieri e sulla Dora Baltea a Ivrea. Insomma, la situazione non è drammatica, ma induce a prudenza. (Ansa)

ORE 18.30- I vigili del fuoco hanno evacuato dalle proprie abitazioni un centinaio di persone a Pianezza. L'evacuazione è stata disposta a scopo precauzionale in seguito alle infiltrazioni di acqua e al pericolo di smottamenti, dopo le abbondanti piogge

ORE 18.15 - Oggi pomeriggio l'abitato di Canosio, l'ultimo comune montano di una valle laterale alla Val Maira, nel cuneese, è rimasto isolato per ore per una frana che si é abbattuta sulla strada provinciale. Dopo alcune ore di lavoro per rimuovere terra e detriti la strada è tornata transitabile.

ORE 18.05 - La linea ferroviaria Pinerolo-Torre Pellice domani mattina resterà chiusa in via precauzionale. Verrà sostituita da un servizio autobus

ORE 17.50 - Il sindaco di Moncalieri Roberta Meo ha disposto la chiusura del ponte sul Sangone, in corso Roma, una delle principali arterie che uniscono la città a Torino

ORE 17.40 - In via precauzionale è stata evacuata la sede Birago di Vische dell'ospedale Amedeo di Savoia. Circa 70 persone ricoverate sono state trasferite in altre sedi sanitarie cittadine

ORE 17.30 - E' iniziato, per ragioni precauzionali, il trasferimento di una novantina di cani ospitati del Canile Municipale sanitario di Torino, in via Germagnano 11. La decisione è stata presa in vista della piena dello Stura, prevista per la tarda serata. Le acque del torrente, che lambisce la struttura, si stanno infatti di ora in ora ingrossando. La situazione del canile era sotto costante osservazione fin da ieri mattina. Parte degli animali saranno ospitati nella struttura dell'Enpa, che ha sede in via Germagnano, ma in un'area più riparata, e in parte troveranno sistemazione nei box appositamente predisposti nel Canile Rifugioin strada Cuorgné 139.

ORE 16.15 - Chiuso il Ponte sulla Dora Riparia che collega via Bologna a corso 11 febbraio. L'acqua del fiume, infatti, è a pelo della struttura.

ORE 13.30 - PROTEZIONE CIVILE: "MODERATA PREOCCUPAZIONE" Il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli, all'uscita dalla sala operativa regionale, ha chiarito che per il momento l'attenzione è rivolta soprattutto ai fiumi Pellice e Tanaro. Per il Po la preoccupazione maggiore sarà in serata.

ORE 12.30 - UNIVERSITA' E CENTRI DIURNI CHIUSI Il sindaco Fassino ha comunicato che domani domani a Torino chiuderanno non solo le scuole, ma anche i Centri Diurni comunali per minori e per persone disabili, il Politecnico e l' Università.

ORE 12.11 - Ecco un video che mostra il livello del Po ai Murazzi.

ORE 11.05 - Crolla il ponte della Bertenga - Il ponte della Bertenga, nei pressi di Torre Pellice, è crollato a causa della furia del torrente Pellice. Squadre di vigili del fuoco sono già accorse sul posto. Dall'altro lato del corso d'acqua, rispetto al centro abitato principale, risiedono una sessantina di persone.

ORE 10.20LUNEDI' SCUOLE CHIUSE - Scuole chiuse a Torino lunedì 7 novembre 2011
Il maltempo non accenna ad attenuarsi e la notizia, prevedibile, arriva nel tardo pomeriggio di sabato. Lunedì 7 novembre, a titolo precauzionale, tutte le scuole di ogni ordine e grado, della Città di Torino (solo Torino), saranno chiuse.

Leggi tutto: https://www.torinotoday.it/cronaca/torino-scuole-chiuse-lunedi-7-novembre-2011.html
Diventa fan: https://www.facebook.com/TorinoToday

ORE 10.00 - EVACUAZIONI IN VAL PELLICE In Val Pellice sono scattate le procedure di evacuazione per alcune borgate a causa di una possibile esondazione del Pellice, un torrente che con il passare delle ore sta raggiungendo il livello considerato di "piena straordinaria".

ORE 9.15 - NUMERO VERDE PROTEZIONE CIVILE

ORE 9 - SOSPESO SCIOPERO 7 NOVEMBRE Lo sciopero dei mezzi pubblici inizialmente previsto per il 7 novembre 2011 a Torino è stato annullato a causa del maltempo che sta infierendo sul nordovest. La notizia è stata confermata dal sito istituzionale del Comune di Torino.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo Torino: il Po non esonda, tregua nella notte

TorinoToday è in caricamento