Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

Super League, la Uefa sospende i provvedimenti contro Juve, Barcellona e Real Madrid: la situazione aggiornata

La decisione dopo l'istanza del tribunale di Madrid

Andrea Agnelli (foto di Margherita Borsano)

La Uefa ha sospeso i provvedimenti disciplinari contro Juventus, Real Madrid e Barcellona per la questione Super League. A comunicarlo lo stesso massimo organo calcistico europeo.

"In seguito ai procedimenti contro Barcellona, Juventus e Real Madrid per una potenziale violazione del quadro giuridico dell'Uefa in riferimento al progetto della cosiddetta 'Super League', la Corte d'Appello della Uefa ha deciso di sospendere i procedimenti fino a ulteriori sviluppi" si legge in un aggiornamento dell'Uefa.

L'organo presieduto da Aleksander Ceferin, che ha rivolto nei mesi scorsi parole molto dure e offensive nei confronti di Andrea Agnelli e, in misura minore, dei presidenti di Real e Barça, ha diffuso un comunicato in cui spiega i motivi della sospensione delle punizione contro i 3 club che non hanno dichiarato l'intenzione di abbandonare il progetto della Super Lega.

Il comunicato della UEFA sulle punizioni sospese per Juve, Barça e Real

"Uefa prende nota della decisione presa oggi dalla Corte d'Appello indipendente della UEFA di sospendere temporaneamente i provvedimenti disciplinari aperti contro Barcellona, Juventus e Real Madrid [...].

Uefa segnala che la decisione di sospendere temporaneamente i provvedimenti è stata presa dalla Corte d'Appello della UEFA in seguito alla formale notifica fatta a UEFA dalle autorità svizzere competenti il 2 giugno 2021 di un ordine ex parte della corte ottenuto il 20 aprile 2021 dai legali della European Super League Company SL e ricevuto dalla Corte Commerciale n. 17 di Madrid.

La decisione della Corte d'Appello indipendente della Uefa è stata presa senza pregiudizi nei confronti della questione circa l'esecutività dell'ordine della corte in Svizzera. In relazione con l'ordine della corte, i summenzionati tre club hanno cercato di farsi scudo per evitare conseguenze disciplinari relative al progetto della cosiddetta 'Super League'.

Uefa comprende i motivi che hanno portato alla sospensione temporanea dei provvedimenti disciplinari, ma resta fiduciosa e continuerà a difendere la sua posizione in tutte le giurisdizioni rilevanti. 

La legittimità delle procedure disciplinari sportive, con il diritto di ricorrere al Tribunale di Arbitrato dello Sport, è stata a lungo riconosciuta come essenziale per l'amministrazione equa della giustizia nello sport.  La Corte Europea dei Diritti Umani, le Corti della UE e il Tribunale Federale Svizzero hanno ripetutamente affermato che le regole disciplinari e di arbitrato sono giustificate da legittimi interessi connessi alla specifica natura dello sport. Uefa, perciò, ha agito in accordo non solo con i suoi statuti e regolamenti, ma anche con la legge della UE, la convenzione europa sui diritti umani e la legge svizzera quando ha aperto un'indagine indipendente sulla condotta dei club associati al progetto della cosiddetta 'Super League'.

Uefa farà tutte le procedure necessarie in stretto accordo con le leggi nazionali ed europee affinché la Corte d'Appello della UEFA sia nella posizione di prendere i provvedimenti disciplinari appena possibile".

Cosa significa la sospensione dei provvedimenti contro Juve, Barça e Real

In pratica, la corte d'appello UEFA deve comprendere se l'ordine di sospensione dei provvedimenti disciplinari arrivato da Madrid deve essere applicato o può essere ignorato dalla UEFA. Di fatto, quindi, la squalifica contro Juventus, Real Madrid e Barcellona è al momento sospesa, quindi i tre club sono ancora formalmente iscritti alla prossima Champions League. 

Per quanto riguarda i 9 club che avevano manifestato l'intenzione di abbandonare il progetto (Milan, Inter, Atletico Madrid, Chelsea, Manchester City, Manchester United, Liverpool, Tottenham e Arsenal) non ci sono aggiornamenti, quindi in teoria resta valido il provvedimento disciplinare nei loro confronti, che prevede che i club debbano pagare una multa (o "donazione") di 15 milioni di euro e devolvere a UEFA il 5% dei propri ricavi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Super League, la Uefa sospende i provvedimenti contro Juve, Barcellona e Real Madrid: la situazione aggiornata

TorinoToday è in caricamento