Lunedì, 22 Luglio 2024
Calcio

Sotto gli occhi di Del Piero, Juventus-Real Madrid 0-2: passi indietro sul gioco, infortuni per Szczesny e McKennie

Ancora una buona prova per Bremer, Fagioli e Locatelli

Dopo la vittoria con il Chivas, il pari con il Barcellona, ecco il primo stop stagionale per la Juventus, battuta 2-0 dal Real Madrid a Los Angeles. Il tutto sotto gli occhi di Alex Del Piero. 

Una Juventus che ha provato a tenere testa ai blancos di Ancelotti, campioni d'europa in carica, ma c'è ancora troppa distanza fra le due squadre, nonostante i bianconeri possono recriminare per le molte assenze. 

Davanti a quasi 94mila spettatori - record assoluto, per il 2022, in una gara negli States - la Vecchia Signora viene battuta dalle reti di Benzema su rigore, al 18', per fallo di Danilo su Vinicius, e raddoppio di Asensio nella ripresa su assist di Vallejo.

Migliore in campo per i bianconeri è stato il portiere Perin, che ha giocato al posto dell'infortunato Szczesny: per lui un affaticamento all’adduttore. Out anche McKennie per una lussazione alla spalla. 

Una Juventus più vivace nel primo tempo, anche se l'unico tiro in porta è stato quello di Di Maria, che ha rischiato poi il rosso per un brutto fallo su Militao. 

Nella ripresa solo Real, con Perin protagonista di diversi interventi decisivi per non fare diventare il passivo molto più pesante. Tra i bianconeri da segnalare il debutto stagionale di Vlahovic. Ancora buone prove per Bremer, Fagioli e Locatelli.

Per Allegri si è tratto di "Una buona partita, che conclude un bel lavoro di dieci giorni negli Stati Uniti. Abbiamo affrontato la squadra più forte d’Europa, fin quando è stato possibile giocare lo abbiamo fatto, cercando di gestire i possessi e non buttare via la palla. Sono soddisfatto del lavoro dei ragazzi, possiamo ancora crescere tanto, ci sono giocatori che devono rientrare. Questa sera ci sono state tante occasioni da una parte e dall’altra: avremmo dovuto gestire le nostre con un po’ più di pazienza. Adesso ci riposiamo un paio di giorni e poi torniamo sotto con il lavoro: il campionato si avvicina".

Mattina Perin e Manuel Locatelli affermano come si sia trattato di un buon test, nonostante il risultato: "Stiamo lavorando bene, assorbendo un nuovo sistema di gioco, ho visto una grande disponibilità da parte di tutti. Il gruppo cresce, ci vuole tempo e partite come queste sono fondamentali, perché le amichevoli ormai non esistono più; di fronte a grandi avversari come il Real si vuole vincere sempre. Che impressione ho avuto degli avversari? Quella di una squadra che si trova a memoria, ed è esattamente il punto a cui vogliamo arrivare noi. Lavoriamo per questo. Io? Sto bene, fisicamente, e sono carichissimo mentalmente", ha commentato il portiere, mentre il centrocampista ex Sassuolo parla di "un bel test: ci spiace per il risultato, ma ho visto cose buone. La squadra sta lavorando e crescendo bene in vista del campionato; non ci nascondiamo, dobbiamo tornare a vincere e lavoriamo per questo, e devo dire che il lavoro che stiamo facendo è di ottimo livello. C’è un bel clima ed è stata una tournée davvero utile e positiva". 

Infine la voce di Giovanni Garofani, giovane della Juventus Under 23, aggregato alla prima squadra: "Per me non è stata un’esperienza: è stata l’esperienza per eccellenza: ho imparato tantissimo dai portieri e dagli allenatori, ho vissuto esperienze che mi hanno permesso di toccare i miei sogni. Un’occasione di crescita davvero incredibile. Una cosa che mi ha colpito in allenamento? La capacità di Vlahovic di cambiare angolo velocemente, una cosa pazzesca". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sotto gli occhi di Del Piero, Juventus-Real Madrid 0-2: passi indietro sul gioco, infortuni per Szczesny e McKennie
TorinoToday è in caricamento