Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Rivoli

Allarme sicurezza, cinquanta scuole nel mirino di Guariniello

Il pm ha aperto una nuova inchiesta affidando alle Asl il compito di monitorare gli edifici. Cominciando dal Curie di Grugliasco dove a gennaio sono state sgomberate nove classi

Si continua a parlare di problemi di sicurezza per le scuole superiori di Torino e Provincia. A mettere nero su bianco è una nuova inchiesta aperta nei giorni scorsi dal pm Raffaele Guariniello che ha affidato alle Asl di zona il compito di svolgere un monitoraggio costante degli edifici.

Cinquanta sono le scuole potenzialmente a rischio, come si può capire dalla delibera con cui il 4 novembre 2014 la Provincia di Torino (oggi disciolta) elencava una serie di interventi "inderogabili e urgenti per la tutela dell'incolumita' pubblica", da eseguire nelle scuole. Il tutto al costo di 15,9 milioni di euro. Interventi, però, mai realizzati per mancanza di denaro.

L'apertura del fascicolo è dunque la conseguenza di quanto avvenuto a fine gennaio al liceo Curie di Grugliasco, dove nove classi sono state sgomberate - e gli studenti trasferiti in un'altro istituto - per la presenza di pannelli instabili fra i soffitti. E proprio dal Curie l'Asl ha cominciato la sua lunga relazione. Pare, infatti, che non ci siano le risorse per mettere tutto in sicurezza.

Ma l'inchiesta riaperta da Guariniello arriva anche all'indomani della sentenza definitiva con cui la corte di Cassazione ha confermato le condanne dei sei imputati per il crollo al liceo Darwin di Rivoli che nel novembre 2008 costò la vita allo studente Vito Scafidi. Nel documento si parla di "lavori necessari a tutela dell'incolumità pubblica" rilevando che solo una parte sono realizzabili mentre per il resto manca la copertura finanziaria. Il documento è stato acquisito dalla procura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme sicurezza, cinquanta scuole nel mirino di Guariniello

TorinoToday è in caricamento