Indicò un falso responsabile e una falsa pista per l'omicidio: ragazza indagata per calunnia

Rischia fino a sei anni di carcere

La scena dell'omicidio di via Napione, il 23 febbraio 2019

Una ragazza è indagata per calunnia dalla procura di Torino per avere indicato un giovane disegnatore di Biella (poi risultato del tutto estraneo ai fatti) quale autore dell'omicidio di Stefano Leo, 34enne anche lui biellese ucciso il 23 febbraio 2019 in via Napione da Said Mechaquat, 27enne italiano di origini marocchine.

Tre settimane dopo il delitto, la giovane si era presentata nella caserma di via Valfré. sede del comando provinciale dei carabinieri che stavano conducendo le indagini sull'accaduto, parlando di una pista investigativa fondata su una non meglio precisata matrice satanica. Per avvalorarla, aveva anche creato un falso profilo Facebook.

I pm Enzo Bucarelli e Ciro Santoriello, gli stessi che hanno coordinato le indagini sull'omicidio Leo, hanno chiuso le indagini a fine novembre 2019.

Le giovane rischia una condanna fino a sei anni di carcere ma, essendo incensurata, potrebbe cavarsela con con una pena inferiore ai due anni e quindi non andare in galera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La calunnia è un reato contro la giustizia: i carabinieri, a causa delle sue false dichiarazioni, avevano dovuto eseguire una serie di accertamenti che poi avevano portato a stabilire che quella pista non aveva alcun fondamento. La ragazza, alla fine, aveva ammesso di essersela inventata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

  • Coronavirus: in Piemonte da lunedì didattica a distanza per il 50% degli allievi delle superiori (dal secondo anno)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento