Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Santa Rita / Via Tirreno

Torino, Dopo l'arresto lancia l'anatema contro gli agenti: "Appena esco dal carcere pregherò per la vostra morte"

Pizzicato a spacciare al parco

Un ghiri-ghiri, amuleto africano

Il cantiere presente nel parco Sempione da tempo è meta privilegiata degli spacciatori. 

E anche sabato mattina, 23 gennaio 2021, due pattuglie della Squadra Volante si sono imbattuti nel pusher di turno, un gambiano di 22 anni con i capelli rasta che si trovava dentro ad una tenda da campeggio. Tenda dalla quale uscivano, con regolarità, dei giovani. 

Due di loro sono stati fermati dopo aver comprato e fumato all'interno della stessa tenda del crack. Agli agenti hanno detto che la droga la nascondeva nei calzini. 

Di qui la decisione di eseguire un controllo, trovando sotto il materasso ben 985 euro in banconote di piccolo taglio oltre a piccole quantità di crack. Gli agenti hanno anche sequestrato una lametta, verosimilmente utilizzata per tagliare la sostanza.

Una volta arrestato, il 22enne è stato portato negli uffici del commissariato di via Tirreno dove ha poi dato in escandescenze, prima minacciando gli agenti e, successivamente, lanciando contro di loro un anatema e spiegando come, appena uscito dal carcere, avrebbe preparato un "ghiri ghiri" - un amuleto usato per i rituali - con le preghiere per farli morire.

Oltre all'arresto per "detenzione ai fini di spaccio" è stato denunciato per "minacce a pubblico ufficiale". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, Dopo l'arresto lancia l'anatema contro gli agenti: "Appena esco dal carcere pregherò per la vostra morte"

TorinoToday è in caricamento