rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Attualità Centro / Piazza Castello

A Torino la manifestazione nazionale "no green pass": danneggiato il maxischermo dei vaccini

Già individuato il responsabile. La Regione sporgerà denuncia

Il maxischermo con il contatore dei vaccini di piazza Castello è stato danneggiato, questo pomeriggio, sabato 18 dicembre 2021, durante la manifestazione nazionale "no green pass"

Il responsabile, un uomo di Casale Monferrato, è stato individuato grazie alle telecamere di sorveglianza dello schermo e prontamente fermato dalle Forze dell’ordine. La Regione Piemonte sporgerà denuncia.

La manifestazione è iniziata con un minuto di raccoglimento per la tragedia di via Genova. 

"Il governo deve vergognarsi. Oggi siamo qui anche per le vittime del lavoro e non solo per quelle della sanità", ha gridato Marco Liccione, leader della "Variante Torinese".

Torino manifestazione no green pass 18 dicembre 2021

Un uomo è stato denunciato per vilipendio, che dal palco ha offeso il generale Figliuolo e il premier Draghi.

La manifestazione odierna è stata anche contro la proroga dello stato di emergenza, portata al 31 marzo 2022: "Condanniamo, con fermezza, la decisione del Governo di prorogare lo stato di emergenza, fino al 31 marzo, a causa della pandemia generata dal Covid. L’ Italia intera si è ritrovata a Torino per esprimere il proprio dissenso anche nei confronti di tale misura che non ha alcun fondamento scientifico. Il popolo si è unito in un'unica forma di dissenso. La dittatura è ormai, sempre più grazie al vergognoso passaporto verde e alle sue nefaste conseguenze, sotto la luce del sole”, dichiara Liccione.

Come nello scorso fine settimana, non ha toccato il centro cittadino, seppur abbia come punto di partenza proprio piazza Castello.

Hanno partecipato circa 2mila persone. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torino la manifestazione nazionale "no green pass": danneggiato il maxischermo dei vaccini

TorinoToday è in caricamento