"Sì, ci allacciamo abusivamente": l'ammissione shock all'inviato di "Striscia la Notizia"

La protesta dei Comitati spontanei

Luca Galtieri in strada della Berlia

I disagi legati al campo nomadi di strada della Berlia, tra Collegno e Torino, la chiusura del viadotto di corso Sacco e Vanzetti dopo l'incendio di dicembre (e riaperto solamente poco fa, attorno alle 13 di lunedì 21 gennaio 2019, ndr), le proteste di cittadini e comitati (su tutti "Torino in Movimento" e "Parella sud-ovest") sono stati al centro di un ampio servizio da parte del programma Mediaset "Striscia la Notizia" mandato in onda sabato sera, 19 gennaio 2019.

E tra i cumuli di immondizia e il cimitero di auto bruciate, l'inviato Luca Galtieri ha anche intervistato uno degli abitanti del campo che, con grande tranquillità, ha ammesso di "non pagare le utenze" e di "allacciarsi abusivamente alla corrente elettrica. 

Il sindaco Francesco Casciano, intervistato da Galtieri, ha precisato come la situazione sia "conosciuta ma anche molto complessa. Ora interverremo, visto che la popolazione del campo stesso è drasticamente diminuita. L'area verrà ripulita, ovviamente con soldi comunali".

i partiti collegnesi di Lega Nord, Fratelli d'Italia, Movimento 5 Stelle e "Collegno Insieme" hanno già fatto sapere di aver preparato alcune interrogazioni per il prossimo consiglio comunale per chiedere spiegazioni al sindaco Casciano e chiedendo anche una visita ufficiale al campo, per vedere con i loro occhi tutti i dettagli di questa vicenda. 

Torino Collegno strada Berlia Striscia Notizia 1-3

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

  • Motociclista perde la vita dopo lo scontro con una macchina

Torna su
TorinoToday è in caricamento