rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022

Il Piemonte accelera sulla terza dose, Cirio: "Vaccinati in tempo tutti coloro con il green pass in scadenza"

La Regione porterà da 35.000 a 50.000 vaccini al giorno

"È stata una dura messa alla prova di tutti i sistemi sanitari regionali", così Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, ha definito la decisione del Governo di anticipare la scadenza del green pass da 9 a 6 mesi. Una decisione che ha fatto scattare la riorganizzazione della campagna vaccinale piemontese. 

Cirio ha spiegato che la Regione ha lavorato fino al 24 sera per riorganizzare le vaccinazioni in vista di questa nuova disposizione: "Vuol dire circa 375.000 inoculazioni da fare nel solo mese di gennaio", ha aggiunto il governatore piemontese che poi ha aggiunto, "Il Governo ha dato una finestra di validità del green pass fino al 1 febbraio, ma rimane il fatto che per una regione come la nostra il conto complessivo fa 1.3750.000 inoculazioni che dobbiamo fare entro la fine di gennaio per mettere in sicurezza la vita delle persone e per consentire che il loro green pass non scada". 

"Tutto ciò fa sì che le 35.000 dosi al giorno che facciamo non sono più sufficienti e quindi noi dal 3 di gennaio saliremo a 50.000 dosi al giorno che ci permetteranno di vaccinare in tempo tutti coloro che hanno il green pass in scadenza", ha concluso il presidente piemontese. 

Intanto il Governo valuta la possibilità di cambiare le regole della quarantena. 

Riapre l'hub del Valentino

Dal 3 gennaio, a supporto dell’ASL di Torino, sarà riattivato il Maxi-Hub del Valentino di Torino che avrà una capacità di somministrazione giornaliera pari a 2.000 dosi ed è stato già impiegato nella prima fase della campagna vaccinale come Open-Hub regionale per le prime dosi. Sarà sempre gestito dalla Città della Salute.

Video popolari

Il Piemonte accelera sulla terza dose, Cirio: "Vaccinati in tempo tutti coloro con il green pass in scadenza"

TorinoToday è in caricamento