rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022

Torino, la nuova ciclabile non a tutti piace: "Crea ingorghi ed è pericolosa". Lanciata petizione popolare

A promuoverla residenti e commercianti

Una raccolta firme per chiedere al Comune di Torino la revisione della pista ciclabile di via Nizza nel tratto che collega Piazza Carducci e via Biglieri. A promuovere la petizione un gruppo di residenti e commercianti del quartiere. In testa Vitale Pinelli, attivista attivissimo sul territorio di Nizza Millefonti. 

"Con il Comune non c'è stata alcuna concertazione sul progetto di questa ciclabile", spiega Pinelli, "La riduzione della carreggiata ha provocato tantissimi problemi. Prima di tutto alla viabilità perché si è creata un'unica corsia di scorrimento e quando il traffico è intenso si creano incolonnamenti che hanno anche un impatto dal punto di vista ambientale". 

Non solo però, perché secondo Pinelli e i cittadini che sostengono la petizione la ciclabile sarebbe anche pericolosa: "Questa pista è posta su una strada a senso unico, ma la pista è a doppio senso e chi in auto si immette su via Nizza deve fare attenzione che non provenga nessuno da sinistra. Per distrazione potrebbe avvenire un incidente, è possibile". 

"C'è anche un problema di sosta per i commercianti. Si sono creati stalli al centro della carreggiata e mancano le aree di carico e scarico. Il furgone che deve scaricare deve parcheggiare in doppia fila con conseguente caos nella via", conclude Pinelli. 

Video popolari

Torino, la nuova ciclabile non a tutti piace: "Crea ingorghi ed è pericolosa". Lanciata petizione popolare

TorinoToday è in caricamento