Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Hotel, ristorante, supermercato e housing sociale: così rinasce la cascina abbandonata

La ristrutturazione del complesso è costata 18 milioni di euro

 

Per quasi cinquant'anni Cascina Fossata, un angolo storico di Borgo Vittoria risalente al 1700, è stata abbandonata al degrado, ma dopo un decennio circa di progettazione può finalmente riprendere vita. Sarà infatti il centro di quello che potrebbe essere l'inizio della riqualificazione di un intero quartiere. Alla conferenza stampa di presentazione della cascna erano presenti anche la sindaca Chiara Appendino e Carlin Petrini di Slow Food. 

Riqualificazione che passa dalla ristrutturazione della struttura e da un progetto dalle sfumature differenti. Dentro Cascina Fossata ci sarà un hotel con 55 stanze, un ristorante (chi lo gestirà non è ancora possibile saperlo), un supermercato, 104 appartamenti di housing sociale, alcune botteghe dedicate agli artigiani locali e un ampio giardino pubblico con giochi per i bambini e attrezzi sportivi. Ci sarà anche una sala conferenze e uno spazio di coworking. 

Gli appartamenti di housing sociale al momento sono quasi tutti occupati da studenti o da lavoratori fuorisede che potranno tenere lo spazio per un minimo di sei mesi fino a un massimo di diciotto mesi. 

L'investimento per ristrutturare l'area è stato importante, diciotto milioni di euro, ed è stato promosso dal fondo InvestiRE SGR tramite il Fondo Abitare Sostenibile Piemonte - partecipato da Cassa Depositi e Prestiti, dalla Compagnia di Sanpaolo e dalla Fondazione CRT. 

"Il progetto nasce anche con la collaborazione del quartiere e di tutte le persone che risiedono vicino alla Cascina e vivevano questa situazione come una situazione di impatto negativo. Borgo Vittoria è un territorio molto popoloso e si affaccia su una strada che, con l'interramento del trincerone, è diventata una strada importante e c'è bisogno che tutti partecipino alla realizzazione del progetto. Crediamo che questo sia il valore aggiunto di questo progetto", dice Davide Marotta, direttore di Cascina Fossata. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento