Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Incidenti stradali, Fratelli d'Italia: "Aiutiamo le vittime della disastrosa viabilità 5 Stelle". Appendino: "Retrogradi"

Per la sindaca è una sterile provocazione, ma loro lanciano un numero al quale rivolgersi: "Aiuteremo gratuitamente chiunque lo vorrà a destreggiarsi tra le piste ciclabili a zig zag e le loro conseguenze"

 

La mobilità a Torino continua a essere un terreno di scontro politico tra maggioranza e opposizioni. Questa volta ad attaccare la sindaca Chiara Appendino è Enzo Liardo di Fratelli d'Italia che lancia un servizio di assistenza per i cittadini che sono vittime di sinistri stradali causati da quella che viene definita la 'disastrosa viabilità 5Stelle'. 

L'esponente di Fratelli d'Italia sostiene: "E’ evidente che l’aumento dei sinistri va di pari passo con le disastrose modifiche pentastellate. Non possono essere pedoni, ciclisti e automobilisti a farne le spese rimanendo indifesi. Per questo motivo abbiamo deciso di tutelare i diritti delle "vittime della viabilità 5stelle" dando loro assistenza. Basterà contattare il numero 338-2463458 e aiuteremo gratuitamente chiunque lo vorrà a destreggiarsi tra le piste ciclabili a zig zag e le loro conseguenze". 

Un'iniziativa che per la sindaca è una provocazione sterile: "Dell'iniziativa di Fratelli d'Italia, che mi sembra una provocazione sterile, mi interessa poco. Noi andiamo avanti su un tema che non ha bisogno di essere gestito a suon di provocazioni che riguarda la mobilità dolce e sostenibile nell'interesse delle generazioni future", ha commentato la sindaca che poi ha spiegato che il tema della sicurezza stradale è sul tavolo dell'amministrazione comunale. 

"Abbiamo approvato un piano per la sicurezza stradale che passa dal rispetto delle regole e da azioni sanzonatorie che vengono fatte su tutti gli utenti della strada", continua la sindaca, "Il tema è il rispetto delle regole da parte di chi utilizza uno spazio che è condiviso. Le strade non appartengono solo alle auto, ma a più soggetti che possono usare più strumenti. Noi andremo in questa direzione ed è tutta l'Europa che sta andando in questa direzione. Se Fratelli d'Italia vuole essere retrogada lo faccia pure". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento