rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
social

Come scegliere un’anguria, gli indicatori infallibili per non sbagliare

Le caratteristiche da conoscere

Con la sua dolcezza e con quel colore rosso vivo della sua polpa, punteggiata dal nero dei semi riesce a portare sempre una ventata di allegria, forse perché ci ricorda la festa, perché non c’è festa in estate senza anguria.  Proprio per questo, quando capita di assaporarne una he non sa di niente, è una grande delusione. Se non vogliamo accontentarci dell’acquisto di uno spicchio d’anguria, già tagliata, dobbiamo imparare ad osservare alcune caratteristiche che vi permetteranno di scegliere e comprare,  senza cadere in errore, una bella anguria dolce e succosa. 

Come scegliere un'anguria: le giuste indicazioni

  • La buccia deve essere liscia, soda e priva di ammaccature o di altri danni evidenti dall’esterno. 
  • Picchiettando sulla buccia con le dita, si dovrebbe sentire un suono sordo e “di vuoto”, indizio di una corretta maturazione.
  • Scegliere quelli con la buccia scura ed opaca che indica un cocomero ben maturo. Le striature sulla superficie ben definite e ravvicinate tra loro indicano un prodotto dal sapore più intenso. In particolare, quelle sul fondo dovrebbero essere piuttosto ravvicinate, sinonimo di buccia sottile e polpa gustosa.
  • La presenza del picciolo secco, ancora meglio se riccio rappresenta un indizio a favore di un  buon sapore. Se, invece, sul peduncolo sono ancora visibili le setole o dei resti di fiore vi trovate davanti a un cocomero ancora immaturo e che è stato raccolto troppo presto.
  • La zona d’appoggio, quella macchia giallastra che si vede sulla superficie della buccia, rappresenta, probabilmente, l’indicatore più importante della corretta maturazione e della dolcezza di un’anguria. Si tratta della parte che è stata a contatto con il terreno, e quindi nascosta ai raggi solari, mentre il cocomero trascorreva le sue giornate a maturare sotto il sole. Se questa chiazza è solo accennata o inesistente, vuol dire che l’anguria ha passato poco tempo appoggiata al suolo: è stata raccolta troppo presto e ha smesso di maturare.
  • L’anguria non è un frutto leggero: più pesa, in proporzione alle sue dimensioni, più sarà ricca d’acqua. La presenza di molta acqua è, anch’essa, indicatore della corretta maturazione dell’anguria.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come scegliere un’anguria, gli indicatori infallibili per non sbagliare

TorinoToday è in caricamento