Venerdì, 25 Giugno 2021
Salute San Donato / Via Luigi Cibrario, 72

Tour de force per i medici dell'ospedale: in poche ore riattaccato un braccio e sostituito un pollice con un alluce

Pazienti provenienti da due incidenti

Immagine di repertorio

Grande lavoro dei medici dell'ospedale Maria Vittoria di Torino tra la tarda serata di giovedì 13 maggio e la notte e la mattina di venerdì 14 maggio 2021.

Giovedì alle 23 è arrivata in elisoccorso, in seguito a un'incidente stradale avvenuto nei pressi di Vercelli, una donna di 40 anni che aveva riportato l'amputazione completa dell’avambraccio destro e la subamputazione del pollice sinistro. Le équipes di chirurgia plastica, di microchirurgia e chirurgia della mano e di ortopedia e traumatologia 1 dell’Asl Città di Torino hanno eseguito un delicato intervento, conclusosi alle 6 del mattino successivo, che ha consentito il reimpianto dell’avambraccio e la riparazione pollice. La paziente è ora in prognosi riservata.

“Considerata la tipologia di trauma con strappamento e torsione si trattava di un reimpianto limite ma mandatorio in una giovane donna di 40 anni”, dichiara il direttore della chirurgia plastica dell’ospedale Maria Vittoria, Giorgio Merlino. “Un intervento possibile solo se esiste una stretta collaborazione tra dipartimento di emergenza accettazione, anestesisti, chirurghi e personale di sala operatoria”, continua Marco Borsetti, responsabile della microchirurgia e chirurgia della mano. “Una riparazione complessa per la perdita completa di una delle due ossa dell’avambraccio”, commenta Gianluca Collo, direttore dell'ortopedia e traumatologia dell’ospedale, che ha eseguito riparazione ossea. Hanno preso parte al delicato intervento anche i medici Luca Devalle, Enrico Cavalieri, Filippo Rivarossa, Gianluca Fantino, Mariagrazia De Simone e Agnese Bisciaglio.

Finito l'intervento, alle 8 si è tenuto un altro intervento microchirurgico ad alta complessità di autotrapianto da alluce del piede per salvare il pollice sinistro a un ragazzo di 20 anni, in seguito ad un infortunio sul lavoro. L’équipe doppia (chirurgia plastica e microchirurgia della mano), in questo secondo caso è stata composta dai medici Marco Borsetti, Alessandra Clemente, Silvia Germano ed Enrico Cavalieri. L’intervento, concluso alle 13, è stato facilitato dalla recente acquisizione di strumenti microchirugici di ultima generazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tour de force per i medici dell'ospedale: in poche ore riattaccato un braccio e sostituito un pollice con un alluce

TorinoToday è in caricamento