Striscione contro Fassino e Pd in zona Lingotto: "Chi li vota è complice"

L'azione è nata da Casapound. Marco Racca, il coordinatore regionale del movimento, ha spiegato che lo striscione intende denunciare la situazione critica che Torino vivrebbe da tempo, con l'ultimo gesto dell'aggressione a La7

"Chi voterà Fassino e Pd sarà complice dell'ex Moi", questo lo striscione affisso nella notte dai militanti di Casapound Torino in zona Lingotto. Il gesto è stato fatto in seguito all'aggressione della troupe di La7 in via Giordano Bruno da parte di alcuni occupanti delle palazzine olimpiche.

"E' intollerabile - dice Marco Racca, il coordinatore regionale del movimento Casapuond - che le istituzioni lascino passare impuniti episodi di questa gravità, per poi accanirsi contro chi da sempre si impegna in prima persona per la propria città e la propria nazione. Non è bastato che una giovane disabile venisse stuprata da una banda di clandestini e certo non basterà il pestaggio a un operatore televisivo per suscitare in Fassino e nel Pd la percezione della pericolosità delle politiche che stanno portando avanti. Per questo Casapound ha voluto dichiarare forte e chiaro che qualsiasi cittadino che alle prossime elezioni voterà questi soggetti, sarà loro complice".


 

Potrebbe interessarti

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

  • Peperoncino: tutti i rimedi al bruciore

  • Pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

  • Viene travolta da un'auto mentre attraversa la strada: è grave in ospedale

  • Rimane appesa alla ringhiera del balcone poi cade nel vuoto: ragazza in gravi condizioni

Torna su
TorinoToday è in caricamento