menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disoccupazione in Piemonte, due le richieste di Chiamparino ai parlamentari

Sono circa 100 mila i piemontesi disoccupati non percettori di alcun ammortizzatore sociale

Il presidente della Regione Sergio Chiamparino ha incontrato deputati e senatori piemontesi per concordare insieme azioni sinergiche con il Parlamento, il Governo e le altre Regioni per cercare possibili soluzioni a una situazione che potrebbe presentare i tratti di un’emergenza sociale. Ad oggi sono dei circa 100 mila i piemontesi disoccupati non percettori di alcun ammortizzatore sociale (registrati nel 2015) e ve ne sono circa 30 mila che potrebbero aggiungersi nel corso del 2016.

Da qui la necessità di far pervenire due richieste ai parlamentari, da parte di Chiamparino a nome di tutta la Giunta: “Da un lato chiediamo l’individuazione di percorsi che consentano a coloro che sono rimasti senza occupazione e che sono vicini alla pensione di essere accompagnati rapidamente verso la quiescenza; dall’altro, sarebbe utile un’accelerazione nella messa a punto della cosiddetta ‘seconda gamba’ del Jobs Act, quella del rafforzamento delle politiche attive del lavoro, prevedendo anche forme di sostegno al reddito per il periodo che va dalla perdita dell’occupazione alla ricollocazione”.

Nell’incontro è stata analizzata la situazione occupazionale del Piemonte che, nonostante i dati, ha mostrato nel corso del 2015 segnali di ripresa. Nei primi nove mesi dell’anno si è assistito ad un aumento di 23.000 posti di lavoro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e ad una diminuzione della disoccupazione del 4,9%. In calo anche il ricorso alla cassa integrazione ordinaria (-32%) e a quella straordinaria, che nel 2015 ha coinvolto 16.405 lavoratori, contro i 27.274 dell’anno precedente. 

Numeri tuttavia lontani dai livelli pre-crisi, visto che gli occupati nei primi nove mesi del 2015 sono stimati in 1.791.000, ben 55.000 in meno del risultato raggiunto nello stesso periodo del biennio 2007-2008, mentre la disoccupazione si colloca al 10,5%, il valore più alto del Nord Italia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento