Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Accolta la richiesta della moglie: Musy non è più consigliere comunale

Lo aveva chiesto con una lettera indirizzata al sindaco Piero Fassino. La Sala Rossa ha votato a favore modificando lo Statuto cittadino. Dario Troiano prende il posto di Musy in Consiglio comunale

La richiesta della moglie Angelica Corporandi d'Auvare è stata ascoltata. La donna aveva chiesto al sindaco Piero Fassino di aiutare il marito Alberto Musy a dimettersi dalla carica di consigliere comunale perché, da quando è stato vittima di un'aggressione sotto casa in via Barbaroux lo scorso 21 marzo 2012, non si è ancora ripreso e la sua assenza in Sala Rossa è rimasta permanente.

"Aiutatelo a dimettersi perché lui non è in grado di farlo", aveva scritto la donna. Il Consiglio comunale ha accolto la richiesta e votato a favore. Così da oggi Alberto Musy non è più un consigliere comunale di Torino. Per far decadere la carica è stato necessario modificare l’articolo 34 dello Statuto cittadino.

Musy era nel gruppo Udc: al suo posto in Sala Rossa sbarca Dario Troiano (nella foto in basso), il primo non eletto nelle scorse elezioni con 309 voti.

Ai sensi della modifica dello Statuto cittadino con una maggioranza di due terzi dei voti possono essere dichiarati decaduti quei consiglieri che per impedimenti indipendenti dalla propria volontà non abbiano partecipato ad alcuna seduta del Consiglio per dodici mesi consecutivi.

dario troiano-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accolta la richiesta della moglie: Musy non è più consigliere comunale

TorinoToday è in caricamento