Elezioni comunali 2011

Comunali, Casini lancia Alberto Musy: "E' lui il nostro Montezemolo"

Pier Ferdinando Casini al Teatro Carignano sottolinea la novità del progetto del nuovo polo rispetto all'attuale Pdl. E Musy non guarda ai sondaggi: "A me interessa stare tra la gente"

Paragoni eccellenti quelli che il candidato sindaco del Terzo Polo sta raccogliendo in questa prima fase della campagna elettorale. "Qui a Torino Montezemolo lo abbiamo, è Alberto Musy per cui non abbiamo problemi. Se vuole venire anche lui dopo Musy siamo contenti". Così, con una battuta scherzosa Pier Ferdinando Casini ha commentato al Teatro Carignano la tentazione di scendere in politica espressa venerdì dal presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo.

Ma qui a Torino si parla di elezioni amministrative e Casini al teatro Carignano sottolinea la novità del progetto del nuovo polo rispetto all'attuale Pdl: "Quanto è distante il sogno che Berlusconi aveva annunciato vent'anni fa agli italiani se è ridotto alla compravendita di qualche parlamentare offrendo posti di sottosegretario".  "Dobbiamo - ha continuato Casini - parlare agli astensionisti, a chi pensa che siamo tutti la stessa cosa, al ceto medio e agli elettori del Pdl perché davanti al palese fallimento della maggioranza noi siamo alternativa. Pdl e Pd non sono autosufficienti, tutti dovranno fare i conti con noi".


Alberto Musy non commenta invece i primi sondaggi sulle elezioni comunali di maggio, che danno Fassino vincitore al primo turno: "I sondaggi sono di cattivo gusto, preferisco stare fra la gente. Trovo davvero di cattivo gusto i sondaggi all'avvio della campagna elettorale - afferma Musy - se a farli circolare è una delle tre forze in campo. A me interessa invece incontrare quanti più torinesi possibile, perchè voglio dir loro che finalmente hanno un'alternativa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, Casini lancia Alberto Musy: "E' lui il nostro Montezemolo"

TorinoToday è in caricamento