rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Green

Torino è tra le città italiane con più escrementi di cane sui marciapiedi

I dati arrivano dall'associazione animalista Aidaa

Torino, insieme a Milano e Roma, è una delle città italiane con più escrementi lasciati in strada e nelle aree verdi pubbliche dagli amici a quattro zampe. O meglio, lasciati dai loro padroni che, nonostante la minaccia di multe salatissime, evitano con cura di raccoglierli come invece si dovrebbe fare. I dati arrivano dall'associazione animalista Aidaa. In Italia ci sono circa 7 milioni di cani, 3 dei quali ogni giorno vengono portati regolarmente a spasso dai proprietari ma 1 milione di persone non ha l'abitudine di raccogliere le deiezioni abbandonate su marciapiedi e strade:

"Questo vuole dire - sottolinea Lorenzo Croce, presidente di Aidaa - che mediamente un padrone su tre non raccoglie gli escrementi del suo cane. Noi siamo da sempre impegnati nella difesa dei cani e di tutti gli animali a ogni livello e tutti sanno che abbiamo combattuto contro le ordinanze ridicole come quella per raccogliere la pipi dei cani, Ma – conclude - crediamo che chi non raccoglie le deiezioni faccia del male innanzitutto ai milioni di italiani che raccolgono diligentemente la cacca dei cani e poi anche all’ambiente". 

E pensare che proprio a Torino, la scorsa estate è partita la campagna di Amiat, in collaborazione con il Comune, “Raccoglierla non sarà un piacere, ma pestarla è molto peggio!”, proprio per riportare l’attenzione sul tema. Un modo per richiamare i padroni degli animali domestici a un comportamento civile, permettendo a tutta la comunità di vivere in una città pulita. Un'iniziativa che evidentemente non è stata sufficiente. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino è tra le città italiane con più escrementi di cane sui marciapiedi

TorinoToday è in caricamento