Fondazione Musei, dopo Palazzo Madama riaprono anche Gam e Mao

Da venerdì 12 giugno

La Fondazione Torino Musei si prepara a riaprire, a partire dal venerdì 12 giugno, anche Gam e Mao. Mentre Palazzo Madama, dopo tre mesi di chiusura, ha aperto lo scorso 28 maggio, le altre strutture museali hanno avuto bisogno di ulteriori approfondimenti nelle procedure per il rispetto delle normative di sicurezza previste dai decreti ministeriali, in questa fase di emergenza sanitaria da Covid-19.

Secondo le analisi svolte grazie al supporto del Politecnico di Torino e della società Onleco ora sarà nuovamente possibile per il pubblico tornare ad ammirare, per quattro giorni alla settimana,  le opere custodite nelle sale della Galleria di Arte Moderna e del Museo d'Arte Orientale, ovviamente con le stesse accortezze osservate negli altri musei: ingressi contingentati, percorsi ad hoc per favorire il distanziamento sociale, igienizzanti e mascherine obbligatorie. 

Nel dettaglio, la Gam di via Magenta terrà aperte le sue porte al pubblico dal venerdì alla lunedì, mentre il Mao dal sabato al martedì, con orario per entrambi dalle 13 alle 20, eccetto il sabato e la domenica (10-19). Per la festa patronale di San Giovanni, mercoledì 24 giugno, i musei della Fondazione Torino Musei saranno straordinariamente aperti dalle 10 alle 20. 

La Biblioteca d’Arte e l’Archivio Fotografico della Fondazione Musei invece saranno al momento accessibili solo su appuntamento: la loro riapertura è prevista per il 22 giugno. La Biblioteca, aperta dal lunedi al venerdì dalle 10 alle 17, accoglierà in sala lettura sei persone contemporaneamente al massimo e l’accesso sarà consentito solo con mascherina e guanti per tutta la permanenza, previa misurazione della temperatura.

Le mostre in corso

Alla Gam e al Mao si potranno ammirare nuovamente le collezioni permanenti, ma anche le mostre in corso. Alla Gam sono state prorogate fino al 20 settembre quella su Helmut Newton," Work", e "Cavalli, costumi e dimore. La riscoperta della fiera di Saluzzo di Carlo Pittara". A partire dal 12 giugno inaugura inoltre la mostra in Videoteca dedicata a Giuseppe Chiari, mentre il 24 giugno è la volta di "Forma/Informe la fase non-oggettiva nella fotografia italiana 1935-1958" in Wunderkammer.

Al Mao, in via San Domenico, è stata prorogata fino al 6 settembre "Dipingere l'Asia dal vero" con le opere di Savage Landor mentre dal 13 giugno inaugurano "La poesia del paesaggio" con stampe e dipinti giapponesi su rotolo verticale, e "Storie dal Marocco. Oggetti testimoni di identità e Memoria", progetto realizzato grazie alla collaborazione con il Museo Egizio e l'Associazione Bab Sahara di Torino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento