rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cultura

Rapporto Enit, Torino è la prima città d'arte in Italia

Dati e previsioni per il 2017

Torino è la città d’arte che cresce di più in Italia. A rivelarlo il rapporto Enit, Ente Nazionale del Turismo, dal quale emerge che il capoluogo piemontese registra il maggior incremento di visitatori su tutto il territorio nazionale.

Dati e previsioni incoraggianti 

Ad essere positivi non sono soltanto i dati relativi al 2016 ma anche le previsioni per il 2017. Secondo Travel Appeal, la piattaforma che analizza in tempo reale le tendenze di mercato, rispetto all'estate 2016, i contatti, le prenotazioni e le recensioni relativi alla nostra città sono aumentate del 22%. Anche Torino sui motori di ricerca è cresciuta del 24 %.    

Ad apprezzare la nostra città sono soprattutto i turisti stranieri: i russi in primis con il 46,2% di ricerche su internet, prenotazioni e recensioni; a seguire l'Argentina con il 28,2% e la Svizzera con il 23,8%. Nel 2016 sono stati 2,3 milioni gli arrivi (+2,6%) nella provincia di Torino, con 6,8 milioni di presenze e con un incremento del 2,1% rispetto all'anno precedente.

Il turismo come risorsa per la città 

" Io, la mia Giunta e tutta la maggioranza - ha commentato questi dati la sindaca Chiara Appendino - abbiamo sempre sostenuto che il Turismo è e rimarrà una risorsa importante per Torino. Questo lo abbiamo ribadito anche e soprattutto con i fatti". La prima cittadina fa riferimento in particolare ai recenti accordi con Costa Crociere, agli incentivi per i nuovi locali che offrano wi-fi gratuito e aperture in linea con i flussi turistici, ai collegamenti più facili con l’aeroporto di Caselle, agli eventi culturali, eno-gastronomici e a tante altre iniziative.

Senza però dimenticare l'industria 

"Quei 75 milioni di euro ricaduti sul territorio (oltre 700 stimati da Enit in tutto il comparto per il 2017) - ha aggiunto la sindaca - sono risorse di cui beneficia il territorio, che ancora una volta dimostra una capacità di accoglienza che, posso dire anche con un pizzico di orgoglio, fa scuola in tutto il mondo".

Ma Appendino ci tiene a ribadire che la città non è solo questo: "Torino è anche molto altro - sottolinea ancora - . Io credo che ragionare, come si suol dire, “a compartimenti stagni”, non sia mai un bene. La propensione turistica della nostra città ipotizzata quasi 20 anni fa e da allora tradotta in fatti, non può e non deve escludere la vocazione storica, a tratti innata, di Torino come città industriale, aperta all’innovazione, capace di essere pioniera di un’industria 4.0". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapporto Enit, Torino è la prima città d'arte in Italia

TorinoToday è in caricamento