Cronaca

'Ndrangheta: sequestrati 108 immobili a imputati operazione Minotauro

La Guardia di Finanza ha sequestrato 108 immobili di proprietà di 38 imputati dell'inchiesta 'Minotauro' sulle infiltrazioni della 'ndrangheta in provincia di Torino. L'anno scorso l'operazione portò a 146 arresti

Va avanti l'inchiesta "Minotauro" sulle infiltrazioni della 'ndrangheta in provincia di Torino. Dopo le oltre 100 persone arrestate e rinviate a giudizio lo scorso anno, la Guardia di Finanza ha proceduto con il sequestro di 108 immobili dislocati tra Piemonte e Calabria, appartenenti a 38 imputati. Il provvedimento di sequestro, su ordine del gip, è scattato per garantire la copertura delle spese del procedimento giudiziario, che si aprirà il 18 ottobre.

Gli immobili sequestrati serviranno a coprire le spese delle varie fasi del procedimento. Secondo gli investigatori, la somma potrebbe ammontare a circa 3 milioni di euro. Tale cifra è stata calcolata in base al costo delle intercettazioni telefoniche e delle indagini tecniche effettuate per quattro anni dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura, alle spese per la detenzione in carcere, agli oneri connessi alla gestione dei beni già sequestrati e alle spese processuali.


Già nel giugno 2011, quando si concluse l'operazione 'Minotauro', la Guardia di Finanza sequestrò oltre 180 unità immobiliari, 200 rapporti finanziari e 10 complessi aziendali 'per sproporzione', in quanto, in quel caso, si ipotizzava che questi fossero stati ottenuti mediante attività illecite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Ndrangheta: sequestrati 108 immobili a imputati operazione Minotauro

TorinoToday è in caricamento