rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Oulx

Non c'è solo Alessandra: un secondo cadavere è senza nome

Accertato dall'autopsia

C'è un secondo cadavere da identificare, oltre a quello di Alessandra Lozupone, tra quelli ritrovati a Oulx tra il 23 e il 24 agosto 2017. Lo ha stabilito con certezza l'autopsia disposta dal pm Vito Destito, che ha incaricato, oltre a un medico legale, anche un genetista per l'esame del dna sui resti.

Non c'è certezza, al momento, sul sesso del secondo cadavere (il primo a essere ritrovato, in borgata Signols, grazie alla secca della Dora di Bardonecchia) che l'esame autoptico non è riuscito a stabilire. Così come non sono state stabilite le cause della morte di entrambi i corpi, anche se l'ipotesi di morte violenta è ritenuta al momento residuale dagli investigatori. Così come anche un nesso tra i due decessi. I cadaveri, tra l'altro, distano sette chilometri circa l'uno dall'altro.

Gli uomini della compagnia di Susa stanno continuando a scandagliare l'elenco delle persone scomparse nel Torinese per capire a chi possano appartenere quei resti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è solo Alessandra: un secondo cadavere è senza nome

TorinoToday è in caricamento