Cronaca

Saitta scrive al Pd: "Sono amareggiato dai balbettii del mio partito'

Il presidente della Provincia di Torino scrive ai vertici Pd: "Ero convinto che il mio partito reagisse con determinazione, invece ho sentito soltanto balbettii''

Saitta si dimostra amareggiato per la reazione del suo partito alla lettera che i medici delle Molinette hanno scritto per denunciare il degrado dell’ospedale torinese. “Sono amareggiato dai balbettii del mio partito'' – afferma il presidente della provincia di Torino, in una lettera aperta ai vertici regionali e provinciali del Pd, Gianfranco Morgando e Alessandro Altamura – ''Ero convinto che il mio partito reagisse con determinazione, invece ho sentito soltanto balbettii''

''Negli anni, abbiamo qualificato la nostra azione politica per la difesa della sanità pubblica piemontese. Possiamo allora assistere senza reagire alla decadenza delle Molinette, cuore del sistema sanitario piemontese?''

Saitta, chiedendo ai vertici del Pd una convocazione ugente, segnala il ritardo del partito per costruire una proposta ''che facendosi carico delle sempre più diffuse preoccupazioni dei cittadini, delle capacità e dell'impegno del personale sanitario, sia tale da costruire una seria e realistica alternativa alla politica sanitaria del centro destra. Il punto di partenza non può che essere l'evidente fallimento dell'amministrazione Cota, confermato in modo emblematico sia dalla grave situazione delle Molinette, sia dalla contraddittorietà delle politiche sanitarie di ben tre assessori che si sono succeduti negli ultimi tre anni infine, tralasciando la pagina di scandali e arresti, dall'incapacità di contenere un disavanzo sanitario ormai da primato italiano''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saitta scrive al Pd: "Sono amareggiato dai balbettii del mio partito'

TorinoToday è in caricamento