rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Centro / Via Vittorio Alfieri

"La cultura è in mutande", e così i giovani si calano i pantaloni

La protesta di questa mattina è stata come quella dello scorso luglio davanti alla Reggia di Venaria. Anche in questa occasione i giovani sono rimasti in mutande, ma davanti alla sede del Consiglio regionale

I giovani del Comitato Emergenza Cultura questa mattina in segno di protesta si sono calati i pantaloni e sono rimasti in mutande davanti alla sede del Consiglio Regionale del Piemonte. "La cultura è in mutande", questo lo slogan scandito per protestare contro i tagli dei fondi regionali per la cultura. La protesta ha ripreso un gesto analogo compiuto dagli stessi manifestanti nel luglio scorso alla Reggia di Venaria, in occasione della Giornata Nazionale del Teatro.


Il Comitato ha messo a punto a febbraio una Carta Emergenza Cultura, che ha raccolto migliaia di adesioni, nella quale chiede uno stop ai tagli e una distribuzione delle risorse "meno sfavorevole alle piccole realtà culturali". "Chiediamo alla Regione - spiega Gabriele Moccacini, direttore artistico di Stalker Teatro e portavoce del Comitato - di affrontare pubblicamente insieme a noi il problema". (Ansa)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La cultura è in mutande", e così i giovani si calano i pantaloni

TorinoToday è in caricamento