Cronaca Centro / Piazza Castello

No Tav: anche Mercalli aderisce allo sciopero della fame

Il metereologo Luca Mercalli ha deciso di aderire alla staffetta dello sciopero della fame intrapreso dai No Tav. Questa mattina erano in oltre 200 persone ad attenderlo in piazza Castello a Torino

Il noto metereologo Luca Mercalli, che lo scorso agosto era intervenuto sulla Tav dicendo che questa "è una grande opera inutile e dannosa", ha aderito alla campagna promossa dai No Tav intitolata "Ascoltateli" praticando oggi lo sciopero della fame nell'ambito di una staffetta iniziata sabato scorso.

"C'é ancora spazio per spiegare le ragioni scientifiche per cui la Torino-Lione non è necessaria, anzi è un danno alla Val Susa e all'intera comunità", ha detto Mercalli oggi in piazza Castello, a Torino, vicino alla tenda dove da sabato dormono alcuni No Tav e dove ad attenderlo c'erano almeno 200 persone. "Hanno solo cominciato a realizzare un tunnel esplorativo in Francia - ha aggiunto Mercalli - c'é ancora un buon margine, bisogna continuare a lottare per portare a galla la verità contro quella che è una vera ostinazione. Perché è chiaro che si vuole la tav non è per ragioni di trasporto, come invece si dichiara, ma per soli motivi economici. Sarebbe più corretto dirlo, lo apprezzerei di più, i faraoni volevano le piramidi perché le volevano e basta, non cercavano di spiegarle in altro modo".


"Mi è spiaciuto leggere nel documento del governo che la Tav non procurerà alcun danno al territorio - ha concluso il noto climatologo - perché già tagliare un albero in montagna fa danno. E' importante invece valutare gli eventuali danni. Qui si vende una cura che è peggiore del male che si vuole curare. Si dice che porterà ad un risparmio energetico, ma invece è il contrario". (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Tav: anche Mercalli aderisce allo sciopero della fame

TorinoToday è in caricamento