rotate-mobile
Cronaca Venaus

No Tav, Mercalli: "Torino-Lione grande opera inutile e dannosa"

Da quest'oggi si svolge tra Venaus e Bussoleno il "Forum internazionale sulle opere inutili". Ai domiciliari il manifestante romano fermato negli scontri di mercoledì scorso

E' stato convalidato dal gip di Torino Federica Bompieri l'arresto di Giorgio B., il manifestante romano di 33 anni che era stato fermato mercoledì durante gli scontri tra attivisti del movimento No Tav e forze dell'ordine. Per lui sono stati disposti gli arresti domiciliari; gli vengono contestati i reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni e porto abusivo di materiale esplosivo.

Da quest'oggi si svolge tra Venaus e Bussoleno il "Forum internazionale sulle opere inutili", organizzato dal movimento No Tav. "Alla rete ferroviaria nazionale, avere una enorme capacità di valico nella zona del Frejus non serve": così Dario Balotta, presidente dell'Onlit (Osservatorio liberalizzazioni infrastrutture e trasporti), boccia il progetto di una linea ad alta velocità in Valle di Susa. Balotta ha tracciato le sue conclusioni dopo avere esposto i dati di Cargo Fs che parlano di "crollo del trasporto merci" sulle ferrovie italiani, di "pessime performance gestionali", di "forte calo dell'uso notturno della rete", di assottigliamento della flotta (meno carri e meno locomotive) e degli scali. Per Balotta "la vera urgenza non è raddoppiare il tunnel del Frejus, ma adeguare e rilanciare la rete esistente per accogliere le migliaia di tir che arriveranno in treno dal Nord Europa nel 2016 con l'apertura del nuovo tunnel del Gottardo e far proseguire ai container il viaggio su ferrovia anziché su strada come avviene oggi".

Al "Forum" è intervenuto anche il noto meteorologo Luca Mercalli, che ha introdotto il concetto di "grande opera inutile e dannosa". "E' un'opera - ha detto - che non esprime le necessità di una comunità, ma le esigenze del potere economico, perché permette di attingere grandi capitali estratti dal finanziamento pubblico". In questo modo, per Mercalli, si spiegano i costi altissimi, la durata dei cantieri, le movimentazioni dei fondi statali e comunitari, con il conseguente impiego cattivo del denaro pubblico. "Opere come questa - ha affermato - dovrebbero essere sottoposte, prima di ogni decisione, a critiche rigorose. Invece si dice, manu militari, che bisogna dare la parola alle ruspe perché l'opera é necessaria. Se è necessaria, dimostratelo con le cifre".

Akcuni "tentativi di intimidazione" nei confronti di alcuni giornalisti, minacce alla "libertà di informazione" da parte di "estremisti no Tav": a denunciarli é l'Ordine dei giornalisti del Piemonte. Il massimo organo istituzionale di tutela della professione giornalistica "di fronte ai tentativi di intimidazione messi in atto da gruppetti di estremisti no Tav nei confronti di colleghi della redazione Rai di Torino - si legge in una nota diffusa a Torino - condanna fermamente queste azioni che ricordano i momenti più bui del passato prossimo e remoto della storia italiana". L'Ordine dei giornalisti "chiede alle autorità di garantire la libertà di informazione così da consentire ai colleghi minacciati di continuare a svolgere il loro lavoro su un tema così delicato e di interesse pubblico come la Tav ed esprime a questi colleghi la più totale solidarietà". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Tav, Mercalli: "Torino-Lione grande opera inutile e dannosa"

TorinoToday è in caricamento