Ricercatore torinese vince il premio Sapio per la ricerca

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

i tre vincitori del Premio Sapio-2Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione della cerimonia, ha inviato al Presidente Alberto Dossi del Gruppo Sapio – promotore del Premio - un messaggio in cui, nell'esprimere il vivo compiacimento ai vincitori del premio che rappresentano un esempio positivo di talento, di capacità creativa e di determinazione", ribadisce che investire nella ricerca e nell'innovazione è una priorità irrinunciabile per lo sviluppo del nostro paese ed è compito primario dei soggetti pubblici e privati fornire risorse e strumenti adeguati a tal fine per affrontare le difficili sfide proposte da una società ampiamente globalizzata". "È in particolare importante - osserva Napolitano - offrire la possibilità a tanti giovani meritevoli di proseguire in Italia il loro percorso di eccellenza per dimostrare l'alta qualità e la vitalità della ricerca scientifica italiana".

Si conclude quindi nel modo più solenne la kermesse scientifica che incentiva e sostiene la Ricerca scientifica. Sono stati oltre 170 i ricercatori candidati, con ricerche di altissimo livello, che rappresentano passi avanti concreti e importantissimi in settori fondamentali per la qualità della vita di tutti; di queste  una è stata reputata tanto importante da meritare il Premio Sapio Salute.

Il PREMIO SAPIO PER LA RICERCA ITALIANA nasce nel 1999 dall’impegno di prestigiose Università, di numerosi Centri di Ricerca e del Gruppo Sapio, azienda leader nel settore dei gas tecnici e medicinali, puri, purissimi e liquidi criogenici, con l’obiettivo di dare impulso alla Ricerca scientifica in Italia, offrendo a ricercatori e docenti l’opportunità di avere una vetrina per far conoscere gli studi sviluppati su applicazioni innovative, dai potenziali effetti benefici per la società civile.

Dal 1999 a oggi, il valore e l’importanza del Premio sono andati crescendo. L’iniziativa ha ottenuto, solo per citare un esempio, per il suo valore i Riconoscimenti della Presidenza della Repubblica e della Camera dei deputati. Il Presidente Giorgio Napolitano ha presenziato alla Cerimonia di premiazione della scorsa edizione.

Oltre 170 i ricercatori candidati alla XIII edizione; il Premio Sapio Salute è stato assegnato a Luigi Naldini, originario di Torino, dove ha operatore per molti anni, prima di trasferirsi a Milano e diventare Direttore dell’Istituto San Raffaele Telethon per la Terapia Genica. A lui e agli altri 2 vincitori viene dedicata la Cerimonia, ospitata da una cornice istituzionale capace di dare loro il giusto valore, per sottolineare quanto il loro lavoro sia fondamentale per il Sistema Italia.

Torna su
TorinoToday è in caricamento