menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torino Pride, carri e colori per dire al mondo "siamo tutti uguali"

Decine di migliaia di persone hanno preso parte al Torino Pride. Tanti i politici e per la prima volta presente anche la banda della polizia municipale. "I diritti sono una cosa di tutti, a prescindere dall'orientamento sessuale"

Decine di migliaia di persone quest'oggi sono scese in piazza per partecipare al Torino Pride, la manifestazione nata per ribadire che i diritti sono uguali per tutti, senza distinzione. Come tradizione vuole, per il centro di Torino sono sfilati tanti carri con a seguito giovani, mamme, nonne e papà: insomma, una manifestazione il più eterogenea possibile.

Per la prima volta ad aprire il Pride c'è stata la banda della polizia municipale. Una novità che ha attestato la presenza e la vicinanza del Comune di Torino, presente all'inizio anche con il sindaco Piero Fassino, spostatosi verso un altro appuntamento dopo poco. Per tutto il corteo invece si sono visti molti amministratori della città, ma non solo. Oltre agli assessori comunali Ilda Curti, Giovanna Tedesco e Domenico Mangone, in cima al gruppo a rappresentare la regione c'erano Monica Cerutti e il presidente del Consiglio regionale Mauro Laus, dietro di loro il sindaco di Moncalieri Paolo Montagna con alcuni suoi assessori, la vice presidente del Consiglio comunale di Rivoli Carlotta Trevisan, solo per citarne alcuni.

"Siamo in strada in questa giornata di festa per ribadire un concetto che ormai è ripetuto da anni - dice Gianni, un ragazzo che partecipa dietro al carro iniziale -. I diritti sono una cosa di tutti, a prescindere dall'orientamento sessuale. Il matrimonio è un diritto". In molti poi tirano in ballo quanto avvenuto negli Stati Uniti, con la Corte Suprema che ha legittimato i matrimoni tra coppie omosessuali.

Il serpentone è partito in orario da via Cibrario e si è spostato lentamente verso piazza Vittorio Veneto. Da sottolineare che non ci sono stati - come succede sempre - né scontri, né momenti di tensione per tutta la durata della manifestazione.

Vi lasciamo ora alle fotografie della Torino Pride che quest'anno ha avuto come slogan "Orgoglio e pregiudizi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento