menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Umberto Prinzi con la sua fidanzata, la trans Cosimo Andriani detta Valentina, che uccise nel 1995

Umberto Prinzi con la sua fidanzata, la trans Cosimo Andriani detta Valentina, che uccise nel 1995

Ucciso a colpi di pistola e scaricato a bordo strada: fermate due persone

Circostanze da chiarire

Il 51enne Nicola Termine e il 47enne Antonio Serra sono stati fermati dai carabinieri nella notte di oggi, giovedì 21 marzo 2019, per l'omicidio di Umberto Prinzi, il 47enne di Moncalieri trovato ucciso a colpi di pistola in strada Santa Brigida la mattina del 14 dicembre 2018.

Non sono ancora chiare le circostanze che hanno portato all'assassinio (in particolare se questo sia legato all'omicidio della trans Cosimo Andriani detta Valentina, uccisa da Prinzi nel 1995), ma gli investigatori, coordinati dal pm Laura Longo, sembrano avere raggiunto sufficienti elementi di indagine per concludere che si sia trattato dei responsabili.

L'omicidio è avvenuto sul luogo del ritrovamento a bordo della Lancia Delta di Prinzi. Lui è stato scaricato e loro sono fuggiti con l'auto. Potrebbe essersi trattato di un delitto legato alla compravendita di orologi, attività svolta dalla vittima. Escluso, quindi, qualsiasi legame tra l'omicidio e l'assassino di Valentina. I carabinieri ipotizzano che la pistola sia stata gettata via nel parco del Valentino.

Antonio Serra era stato arrestato nel 2012 per una rapina in banca a Druento. Nell'occasione indossava la maschera di Ruggero De Ceglie del telefilm 'I soliti idioti'. Serra, arrestato a casa sua in via Galliari, è un rapinatore esperto e ha una lunga carriera criminale. Nel 1993 fu coinvolto anche in un conflitto a fuoco a Salisburgo con la polizia austriaca. Restarono uccisi un agente e Giuseppe, suo fratello che aveva 28 anni, che stava facendo una rapina in un negozio con lui. Dopo l'assassinio di Prinzi aveva dormito spesso in alberghi per la paura di essere arrestato.

Nicola Termine, invece, viveva di espedienti. Ha precedenti per reati contro il patrimonio e non aveva una fissa dimora. È stato arrestato in un dormitorio in via Marsigli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Collegno campi di colza in fiore: cosa sono e a cosa serve la colza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento