menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La scena dopo uno degli ordigni esplosi alla Crocetta nel 2007

La scena dopo uno degli ordigni esplosi alla Crocetta nel 2007

Attentati esplosivi a matrice anarchica: chieste 22 condanne, la più alta a 30 anni

Una sola richiesta di assoluzione

Ventidue richieste di condanna e una sola richiesta di assoluzione per gli imputati del processo Scripta Manent, esponenti dell'organizzazione anarchica Fai-Fri ritenuta responsabile di diversi attentati di diverso tipo avvenuti in Italia (alcuni anche a Torino, come gli ordigni esplosi alla Crocetta nel 2007) dal 2002 al 2016, quando il nucleo dell'organizzazione fu arrestato in blocco dalla polizia.

La requisitoria è stata pronunciata ieri, martedì 5 marzo 2019, nell'aula bunker del carcere delle Vallette dal pm Roberto Sparagna, titolare dell'inchiesta. 

Per Alfredo Cospito, già condannato a nove anni per l'avere gambizzato l'amministratore delegato di Ansaldo Nucleare Roberto Adinolfi, la richiesta è la più pesante di tutti: 30 anni. Per la sua ex fidanzata Anna Beniamino l'accusa si è fermata a un anno in meno, 29.

A decidere sulla sorte degli anarchici sarà la Corte d'assise presieduta dal giudice Alessandra Salvadori.

Guarda il video

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento