Cronaca Ivrea

Aumentano i feriti di Capodanno: 14enne rischia di perdere un occhio

Un altro bambino a Collegno è rimasto ustionato in modo lieve dopo avere raccolto da terra e acceso un petardo. Sono proprio i botti rimasti inesplosi la causa dei ferimenti post festeggiamenti di Capodanno

Alle dieci persone rimaste ferite durante i festeggiamenti di Capodanno, se ne aggiungono altre tre che si sono fatti male nelle ore immediatamente successive.

La causa dei ferimenti post-festeggiamenti, come sempre, è da ricollegare ai petardi rimasti inesplosi. Proprio per tentare di evitare che le persone si facciano male i Carabinieri hanno iniziato da subito un monitoraggio di diverse zone sia del capoluogo piemontese, sia della Provincia di Torino. Nonostante ciò a Collegno un bambino di dieci anni è rimasto ustionato in modo lieve dopo avere raccolto da terra e acceso un petardo. Il bimbo è stato trasportato all'ospedale Regina Margherita e, per fortuna, le sue condizioni non destano preoccupazioni.

Episodio analogo ad Ivrea, dove un quattordicenne è stato trasportato al Pronto Soccorso dopo che un petardo gli è esploso in faccia. Il ragazzino rischia di perdere la vista ad un occhio. Ferito, in modo lieve, anche lo zio del giovane, medicato e già dimesso dall'ospedale di Ivrea con una prognosi di venti giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano i feriti di Capodanno: 14enne rischia di perdere un occhio

TorinoToday è in caricamento