Manifestanti No Tav contro l’allargamento del cantiere di Chiomonte: giornata di protesta

Bombe carta e petardi contro le forze dell’ordine che rispondono con lacrimogeni. Due feriti

Foto Notavinfo Notav

Ancora un weekend di mobilitazione No Tav contro l’allargamento del cantiere della linea ad alta velocità Torino-Lione a Chiomonte. Come già accaduto domenica scorsa, anche oggi i manifestanti hanno protestato contro quello che definiscono un “progetto sorpassato, nocivo e antieconomico” e “una grande opera inutile ed inquinante che va fermata”. 

I manifestanti in mattinata si sono messi in marcia per portare la loro solidarietà e il loro sostegno ai/alle resistenti al Presidio Permanente dei Mulini “contro la militarizzazione e la devastazione che Telt e Questura vogliono imporci” dicono.

Poco dopo le 14 “La marcia è arrivata al cancello posto come al solito a sbarramento del sentiero principale - scrivono i NoTav -. Una buona parte del corteo ha preso i sentieri per provare a raggiungere i Mulini, ma i No Tav hanno incontrato uno sbarramento di polizia che non ha tardato a lanciare una raffica di lacrimogeni. La determinazione è tanta e la giornata di lotta è ancora lunga”.

Bombe carta e petardi contro le forze dell’ordine che rispondono con lacrimogeni

Le forze dell’ordine, secondo quanto si apprende, hanno risposto con i lacrimogeni al lancio di bombe carta e petardi provenienti da alcune persone sparse nei sentieri adiacenti il cancello di Giaglione. Le forze dell’ordine hanno anche allertato i vigili del fuoco per il rischio incendio dovuto al lancio di petardi. Tra le forze dell'ordine risultano feriti un poliziotto e un finanziere. Le condizioni dei due non sono gravi, gli incidenti sono avvenuti durante alcuni spostamenti nei boschi.

Nell’annunciare la protesta, si legge su sito NoTav: “Domenica invece saremo a Giaglione dalle 11 per una manifestazione nel paese assediato dalle truppe di occupazione”
13 dicembre cantiere Chiomonte Notavinfo notav-213 dicembre no tav chiomonte-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento