menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La droga sequestrata dalla polizia

La droga sequestrata dalla polizia

Da una stretta di mano, la polizia scopre i covi della droga: sequestri per oltre 100mila euro

Arrestato pusher con 1,8 kg di cocaina e 2,7 kg di marijuana

Un gruppo di persone che parla tra loro, nella zona dell'area mercatale di Mirafiori, tra le Monastir, Onorato Vigliani, Carnia e Torrazza Piemonte. E poi una stretta di mano. Piuttosto rapida. 

Alla vista dell'assembramento - vietato in queste settimane di emergenza Coronavirus - e di quel gesto particolare, gli agenti del commissariato Mirafiori decidono di intervenire, sabato scorso, 2 maggio 2020, ed effettuare delle verifiche. 

Gli agenti, così, fermano il più giovane dei due che si sono stretti la mano. Ovvero quello che sembra possa aver ricevuto in mano  qualcosa: si tratta di un 23enne albanese, residente in via Torrazza.

"Sono sceso sotto casa per fare la spesa", ha detto ai poliziotti. Ma durante la perquisizione viene trovato con 565 euro in contanti e un mazzo di chiavi. 

L'altro uomon, invece, un 44enne sempre di nazionalità albanese e senza fissa dimora, viene fermato qualche centinaio di metri più avanti. Dai controlli emerge come abbia precedenti specifici legati alla droga e una espulsione dal territorio nazionale. Gli inquirenti ipotizzano possa essere stato lui ad aver dato i soldi al connazionale, forse per un debito legato alla compravendita di droga.

Seppur a fatica, grazie ai dati legati all'auto, gli agenti riescono a raggiungere l'appartamento del 23enne, dove trovano altri 7mila euro in contanti e 1,758 kg di cocaina, oltre ad un bilancino di precisione e materiale vario utile per il confezionamento e l’imbustamento sotto vuoto della sostanza.

Durante la perquisizione, gli agenti trovano anche alcuni fogli, dove sopra sono scritti indirizzi, nomi, cifre. Una sorta di diario dello spaccio. E tra questi c'è anche il nome del 44enne. 

Finita qui? No. Perché gli agenti scoprono durante la perquisizione la bolletta di un altro alloggio, in via Caramagna. Dopo aver dato le chiavi del secondo alloggio, i poliziotti trovano e squestrano altri 2.5 kg di marijuana. 

Complessivamente è stata sequestrata droga per un valore di vendita al dettaglio che supera i 100mila euro. 

Il23enne è stato arrestato per "detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente", mentre il 44enne è stato denunciato per la violazione del Testo Unico sull’immigrazione e sanzionato per l’inottemperanza alle disposizioni in materia di prevenzione del Coronavirus. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento