Diabete e gravidanza: arriva il primo dispositivo per il monitoraggio costante della glicemia

Scientificamente approvato

Una novità molto importante per tutte le donne che soffrono di diabete e stanno per diventare mamme arriva dal 14° Congresso "One day on Hyperglycemia in Pregnancy", l'appuntamento annuale in cui clinici internazionali e nazionali si riuniscono per discutere gli ultimi aggiornamenti sulla gestione del diabete in gravidanza.

Durante questo atteso appuntamento è stato approvato il primo dispositivo per monitorare in continuo la glicemia delle future mamme. 

Le donne affette da diabete, infatti, devono seguire alcune attenzioni specifiche per evitare una serie di complicazioni. Il diabete, soprattutto se non è tenuto sotto controllo, diventa un fattore di rischio importante cui possono associarsi una serie di complicanze materno-fetali, tra cui: 

  • ipoglicemia;
  • ittero;
  • infezioni urinarie;
  • malformazioni fetali;
  • aborto;
  •  morte tardiva del feto (3 trimestre);
  •  parto pretermine;
  •  eccessivo sviluppo del feto (macrosomia).

Il rischio che sopraggiungano queste complicazioni può però essere ridotto seguendo alcune attenzioni specifiche prima e durante la gravidanza, in primis monitorando attentamente e continuativamente il livello di glucosio nel sangue: la glicemia, infatti, deve essere mantenuta il più possibile vicino alla norma per tutto il periodo della gravidanza.

Gravidanza, donne con diabete: l'importanza della pianificazione

La gravidanza nelle donne con diabete deve essere programmata al fine di ottenere un rapido e stabile miglioramento dei valori. Infatti, una donna affetta da diabete dovrebbe tentare di arrivare ad una situazione di compenso prima di iniziare la gravidanza. Questo sia per ottenere un buon livello della glicemia nelle prime settimane di gestazione, cioè quelle in cui iniziano a svilupparsi gli organi del feto e che spesso possono precedere la consapevolezza della gravidanza, sia per raggiungere e mantenere un buon controllo metabolico, fondamentale per la salute della madre e del figlio anche a lungo termine.

La soluzione per tutte le gravidanze complicate dal diabete nelle sue varie forme (circa il 12-15% di tutte le gravidanze) arriva dalla tecnologia, grazie al primo dispositivo per le donne in gravidanza approvato con marchio CE in grado di monitorare in continuo la glicemia: un'opzione terapeutica scientificamente provata in grado di migliorare la salute e la qualità di vita di mamma e nascituro. 

Il dispositivo Dexcom G6 è un sistema semplice e accurato che aiuta a stabilizzare il controllo glicemico materno e a ridurre i rischi per il bambino quali la macrosomia neonatale e altre complicazioni. Questo dispositivo risulta molto comodo da indossare, perché piccolo, discreto e  senza fili, ed è stato approvato per l'uso su diverse zone del corpo tra cui il braccio, dove ha riscosso maggiore successo e dimostrato la massima accuratezza anche nelle donne in gravidanza con diabete.

Controllo glicemico materno, come funziona Dexcom G6

Questo dispositivo effettua una misurazione costante ed in continuo, ogni 5 minuti. Grazie alla funzione smart, può inviare al proprio smartphone le informazioni sui valori glicemici in tempo reale con avvisi personalizzabili per l’iperglicemia e l’ipoglicemia, anche quando imminente. Offrendo inoltre la possibilità di condivisione immediata dei dati su altri dispositivi, garantisce la tranquillità dei propri cari e aiuta tutte le donne affette da diabete a vivere con maggiore serenità il momento unico della gravidanza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • La "deviazione" costa oltre 10mila euro: multato un camionista diretto a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento