Fase 2, fiere e mercatini: ambulanti ed espositori ripartono da Susa

I primi appuntamenti in programma dei mesi estivi

La fiera di Primavera di Susa (foto Associazione Fieristi Italiana)

Il lungo periodo di lockdown dovuto all'emergenza sanitaria ha provocato l'annullamento di molte fiere e sagre, soprattutto all'inizio di quest'estate. Timidamente però il Piemonte, e anche la provincia di Torino, ripartono. Si è cominciato domenica scorsa, 7 giugno, da Susa con la Fiera di Primavera in piazza della Repubblica, organizzata dal Comune e dall'Associazione Fieristi Italiani.

Un'edizione speciale dell'evento, certo, nel rispetto assoluto delle normative per evitare i contagi da Coronavirus, che però ha dato il via alla stagione estiva riportando anche un pizzico di normalità. Espositori, ambulanti alimentari e produttori agricoli si sono quindi dati appuntamento nel capoluogo valsusino e hanno dato il via alla ripartenza. I prossimi eventi imminenti da segnalare sono fuori Torino: il 14 giugno, Mercantico a Carmagnola, che torna e annuncia già anche l'appuntamento di luglio e in valle, la X° edizione della Festa del Maggiociondolo a Cesana Torinese, il 27 e 28 giugno. In montagna, dove per l'estate si attende l'assalto dei turisti, non mancheranno sicuramente altri eventi.  

Le nuove regole

Per i mercati, le fiere e i mercatini degli hobbisti, gli accessi dovranno essere regolamentati e scaglionati in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita. Obbligatorio sarà l'uso dei guanti usa e getta e delle mascherine, da parte di operatori e clienti, soprattutto in caso non sia possibile mantenere il distanziamento sociale di almeno un metro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Saranno poi cura dei Comuni dove si svolge l'evento, ulteriori misure tra cui le corsie mercatali a senso unico, il posizionamento di segnaletica (orizzontale e/o verticale) nelle zone prossimali ai singoli banchi e strutture di vendita per favorire il rispetto del distanziamento, un maggiore distanziamento dei posteggi e a questo scopo, ove necessario e possibile, ampliamento dell’area mercatale. Evitare gli assembramenti e gli affollamenti sarà la parola d'ordine. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento