Attualità

Maturità, al via la prova di italiano per 17.500 studenti torinesi

Giovedì la seconda prova e poi l'orale

Oggi, mercoledì 19 giugno, è il giorno della prima prova del nuovo esame di maturità per 17.584 studenti torinesi (520mila italiani). Ed è record nel 2019 di studenti ammessi all'esame: il 93,6% affronteranno la maturità - da quest'anno infatti c'è la possibilità di presentarsi anche con un'insufficienza - e si dice che saranno pochissimi i bocciati.

Addio tema storico

Alle 8.30 si parte dunque con la prova di italiano, con cui i maturandi dovranno dimostrare di aver acquisito, durante il ciclo di studi, una buona padronanza della lingua. Le famose buste verranno aperte e si potrà scegliere tra 7 tracce suddivise tra 3 tipologie di prova: analisi del testo (tipologia A); testo argomentativo (tipologia B) e tema di attualità (tipologia C).

Per la prima volta sparisce il tema storico e su internet tra le tracce più gettonate, viste le varie ricorrenze che cadono proprio quest'anno, ci sono i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci ma anche i 100 anni da quella di Primo Levi. Tutte bufale, quasi sicuramente, come ogni anno, ma per gli studenti, andare alla ricerca sul web di possibili "soffiate" sui contenuti della prova è ormai diventato quasi un iter scaccia-tensione.

I divieti

I candidati impegnati nelle prove d'esame non potranno chiaramente utilizzare dispositivi elettronici, cellulari, smartphone, tablet, pc e qualsiasi altra apparecchiatura in grado di accedere alla rete. Gli studenti dovranno consegnare i telefoni ai membri della commissione prima dell'inizio della prova. Le scuole inoltre, disattiveranno tutti i collegamenti internet dalle aule di informatica presenti negli istituti. Per gli studenti che violassero i divieti, è prevista, secondo le norme vigenti in materia di pubblici esami, l’esclusione da tutte le prove.

Le altre prove 

Superato il primo giorno, i maturandi affronteranno, giovedì 20 giugno la seconda prova d'esame incentrata sulle materie caratterizzanti del proprio indirizzo di studi. La novità quest'anno è la doppia materia: latino-greco al classico, matematica-fisica allo scientifico. Abolito poi il terzo scritto, il famoso quizzone, si inizierà a pensare all'orale dove le tre buste suggeriranno un argomento da cui partire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità, al via la prova di italiano per 17.500 studenti torinesi

TorinoToday è in caricamento