Cantiere della metro, i commercianti vogliono dal Comune il risarcimento per i danni subiti

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Questa volta hanno deciso di puntare direttamente alle casse del Comune di Torino. Sono i commercianti di via Nizza, i tanti esercenti che dal 2012 in poi hanno subito i disagi del cantiere che dovrebbe realizzare due stazioni della Linea 1 della Metropolitana di Torino. Hanno visto dimezzare i propri incassi e più volte sono scesi in strada per chiedere attenzione da parte dell'amministrazione comunale, ma fino a oggi non hanno ottenuto alcuna risposta. 

Così, questa mattina - martedì 21 maggio - hanno annunciato che chiederanno al Comune di Torino un rimborso economico per tutte le perdite che hanno avuto. I lavori sono cominciati nel 2012 ed era stato stimato che finissero entro il 2015, perciò i commercianti hanno deciso di chiedere 20.000 euro di rimborso per ogni anno dal 2015 fino a fine cantiere. 

La formalizzazione della richiesta è arrivata con una petizione di iniziativa popolare firmata da 700 cittadini e commercianti di via Nizza e presentata questa mattina a Palazzo Civico durante un diritto di tribuna. 

Potrebbe Interessarti

  • Bomba di grandine sulla città: strade allagate e rami caduti in centro

  • Automobilisti bloccati dai ciclisti che urlano: “Non arrabbiatevi, aprite gli occhi”

  • I droni non scaldano piazza Vittorio: lo spettacolo inizia in ritardo e 10.000 spettatori meno del previsto

  • Pioggia e grandine su mezza provincia, serata di allagamenti e disagi

Torna su
TorinoToday è in caricamento