Juventus, Sarri non sarà in panchina con Parma e Napoli

Al suo posto, al Tardini, ci sarà Giovanni Martusciello. Non sarà la prima volta che i bianconeri inizieranno il campionato senza il capo allenatore in panchina

Maurizio Sarri

Per ottenere una completa guarigione dalla polmonite, che lo ha colpito nei giorni scorsi, Maurizio Sarri non siederà in panchina in occasione delle prime due partite di serie A con il Parma e con il Napoli. La decisione è stata presa per permettere al tecnico di riprendere al più presto la regolare attività.

L’allenatore anche ieri, giovedì 22 agosto, si è recato al JTC per coordinare il lavoro del suo staff e sempre ieri è stato sottoposto ad ulteriori accertamenti medici “che hanno evidenziato un buon decorso clinico”, si legge nel comunicato ufficiale della società. Sabato sera a Parma, Sarri non potrà, quindi, essere presente a causa della polmonite, ma non sarà la prima volta che la Juve inizierà il campionato senza il capo allenatore in panchina.

Al suo posto, al Tardini, ci sarà dunque Giovanni Martusciello, allenatore in seconda di provata esperienza: Martusciello è stato già infatti il vice di Sarri a Empoli tra il 2009 e il 2016, e dopo aver guidato in prima persona la formazione toscana nella stagione 2016/17, ha ricoperto il ruolo di tecnico in seconda nell'Inter di Spalletti all'Inter tra il 2017 e il 2019.

Non è la prima volta che la Juventus inizia la Serie A senza il proprio capo allenatore in panchina

Non sarà la prima volta che la Juventus inizierà la Serie A senza il proprio capo allenatore in panchina: nella stagione 2012/13 fu Massimo Carrera a “inaugurare” il campionato dei bianconeri, sostituendo il tecnico Antonio Conte e il vice Angelo Alessio, entrambi squalificati. Curioso che anche in quell'occasione l'avversario della prima giornata fosse il Parma, superato 2-0 allo Stadium con le reti di Lichtsteiner e Pirlo.

Come ricorda la società bianconera, andando più indietro nel tempo, fino alla stagione 1951/52, si trova un altro esempio: dopo l'esonero di Carver, avvenuto il 4 agosto del '51, la Juventus ingaggia Sarosi. Il tecnico ungherese, in quei giorni a New York, comunica di aver accettato l'incarico tramite una lettera, spedita l'8 settembre e giunta a destinazione tre giorni più tardi. Il suo arrivo in Italia avverrà solo parecchie settimane dopo, viste anche le complicazioni incontrate nell'ottenere il visto per la moglie, e di conseguenza, il 9 settembre, per la prima gara di campionato contro la Spal, siederà in panchina Luigi Bertolini. Per la cronaca, la partita contro gli emiliani, giocata al Comunale, terminerà 1-1 con le reti di Muccinelli per la Juventus e il pareggio di Bennike su rigore per gli ospiti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento