La rete ecoristoranti arriva a Giaveno

Continua ad ampliarsi la rete nazionale dei ristoratori eco-sostenibili

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Dopo Druento, Collegno, Rivoli, Grugliasco e Pianezza, la rete Ecoristoranti arriva anche a Giaveno. Il network nazionale, promosso nei Comuni del territorio dal Gruppo Cidiu, si prefigge di ridurre la produzione di rifiuti e lo spreco di cibo ed è composta da ristoranti, trattorie, locande e pizzerie che hanno deciso di valorizzare la loro attività con un impegno concreto nei confronti dell'ambiente e una maggiore attenzione agli sprechi alimentari.

Giovedì sera in Comune sono stati consegnati i kit ai sei ristoratori giavenesi che hanno aderito all'iniziativa, ovvero:

  • "Locanda dell'Amicizia"
  • Ristorante "La Pace"
  • Trattoria "Il Campanile"
  • Caffè Narghilè "Arabesque"
  • Ristorante "Valsangone"
  • Trattoria "Da Genio"

Il network degli Ecoristoranti vede la luce nel 2012, in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, grazie a un progetto proposto dalla Cooperativa ERICA in collaborazione con il Covar 14 che ha coinvolto circa 35 esercizi del territorio a sud di Torino. Oggi il network comprende circa 80 ristoranti di 20 comuni ed è in continua espansione.

Per i ristoratori aderire ad Ecoristoranti è molto semplice: il gestore dei rifiuti di un territorio (ATO, Consorzio, Azienda ecc.) o i Comuni che vogliono aderire stipulano un accordo volontario con i ristoratori allo scopo di attivare pratiche di ristorazione sostenibile, in termini di prevenzione dei rifiuti e lotta allo spreco alimentare.

Stipulando l'accordo i ristoratori si impegnano a promuovere l'asporto delle pietanze non consumate dal cliente, utilizzare tovaglioli in stoffa, servire l'acqua in brocca, prediligere i prodotti con meno imballaggi, differenziare i propri rifiuti ed effettuare il compostaggio. In cambio il ristoratore gode del prestigio di far parte di una rete nazionale, testimoniata dalla vetrofania che riceverà all'adesione e che potrà essere esposta all'ingresso del suo locale, la presenza sui canali social (Facebook e Instagram) della rete, risparmi su forniture, tempo e spazio.

All'adesione i ristoratori ricevono un kit composto dalla vetrofania, l'attestato di adesione, un banner-espositore da collocare nei pressi della cassa e un kit di Doggy Bag, un contenitore che può essere utilizzato per il trasporto di cibi non consumati ma ancora edibili.

"Dopo il lancio dello scorso anno, siamo lieti che altri 6 esercizi di Giaveno, dopo la recente adesione dei ristoratori di Pianezza, abbiano voluto unirsi al network -afferma Giovanni Demarco, Amministratore Unico di Cidiu Servizi SpA-. La nostra società ha deciso di promuovere questa iniziativa così innovativa per sensibilizzare ulteriormente le attività commerciali presenti sul territorio, perché occorre fare di più sul piano dello spreco alimentare e sulla riduzione dei rifiuti".

"Giaveno vuole essere al passo con i tempi anche in campo ambientale e per cui siamo ben felici che sei nostri ristoratori si siano impegnati per far parte di un network in continua crescita come gli Ecoristoranti - commenta il Sindaco di Giaveno, Carlo Giacone - Ringraziamo il Gruppo Cidiu e la Cooperativa E.R.I.C.A. per averci coinvolto in un progetto tanto importante, e speriamo di poter ampliare ancora il nostro raggio d'azione lungo la via dell'ecoturismo".

Per ulteriori informazioni: www.ecoristoranti.it | www.cidiuservizi.to.it

Torna su
TorinoToday è in caricamento