Picchiata selvaggiamente, legata con un guinzaglio e violentata: l'accusa chiede nove anni

Per punirla del 'tradimento'

immagine di repertorio

Il pm Marco Sanini ha chiesto una condanna a nove anni e quattro mesi per l'italiano di 40 anni che avrebbe tenuto segregata in un albergo a Barriera di Milano, legandola mani e piedi con un guinzaglio, picchiandola selvaggiamente e violentandola più volte, la sua ex fidanzata slovacca, ritenuta 'colpevole' di essersi concessa ad alcuni spacciatori nigeriani per avere in cambio del crack.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sentenza per la vicenda è attesa per il prossimo 6 febbraio 2019. L'imputato è difeso dagli avvocati Wilmer Perga e Diogene Franzoso. Le accuse nei suoi confronti sono di sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale aggravata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Allarme in casa: bambino di 10 anni gravemente ustionato mentre fa un esperimento per la scuola

  • Si scontrano due auto all'incrocio: morta una donna e ferita sua figlia

Torna su
TorinoToday è in caricamento