rotate-mobile
Val Pellice

Alluvione in Val Pellice... ma è solo un'esercitazione

Dal 30 settembre al 2 ottobre, il Servizio Intercomunale di Protezione Civile della Val Pellice organizza delle prove per testare la capacità di gestione di un'emergenza

Non è necessaria la malaugurata ipotesi di un’alluvione: da diversi anni a questa parte, in Val Pellice, anche le canoniche, intense, piogge autunnali hanno causato danni e disagi. Sono diventate, insomma, una delle emergenze più tipiche e frequenti con cui fare i conti.

E proprio per questa ragione il Servizio Intercomunale di Protezione Civile della Val Pellice, in collaborazione con la Provincia di Torino, ha organizzato “Valpe2011”, un’esercitazione di protezione civile che si svolgerà dal 30 settembre al 2 ottobre prossimi, con il coinvolgimento dei comuni di Angrogna, Bibiana, Bobbio Pellice, Bricherasio, Luserna San Giovanni, Lusernetta, Rorà, Torre Pellice e Villar Pellice. Nel corso dell’esercitazione verranno testate le attività di presidio e monitoraggio del territorio in occasione di forti precipitazioni piovose, la gestione di un’emergenza conseguente a forti piogge nell’alta Valle e la realizzazione di un campo base per la popolazione evacuata.


Preparata con grande cura, l'esercitazione è stata preceduta da alcune giornate formative rivolte agli amministratori ed ai volontari della Val Pellice. Durante l'esercitazione saranno presenti il Coordinamento provinciale del volontariato con un ufficio mobile, la Cri-Militare che monterà il campo base a Luserna San Giovanni, il volontariato locale che supporterà tutte le attività e gli amministratori locali che parteciperanno con attivazioni localizzate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione in Val Pellice... ma è solo un'esercitazione

TorinoToday è in caricamento