rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Val Pellice

Val Pellice, a breve il via ai lavori post-alluvione 2008

La Giunta Provinciale ha finalmente approvato due delibere per la messa in sicurezza del territorio pinerolese in seguito alla calamità avvenuta nel maggio di tre anni fa

Due delicate delibere riguardanti lavori di messa in sicurezza del territorio pinerolese, con particolare riferimento ai danni causati dall’alluvione che colpì la Val Pellice nella primavera del 2008, sono state finalmente approvate nei giorni scorsi. Questo quanto stabilito dalla Giunta della Provincia di Torino in relazione ad un tema particolarmente sentito e dibattuto, soprattutto negli ultimi mesi.

Con questa decisione, dunque, è stato dato il via libera a progetti esecutivi che consentiranno l’apertura dei cantieri per l’esecuzione dei lavori di sistemazione idraulica del torrente Pellice, all’interno dei territori dei Comuni di Campiglione Fenile, Bricherasio e Villafranca. I costi degli interventi ammontano a 494mila euro per i lavori a Campiglione e Bricherasio in località Ponte ex FF.SS. (la Bricherasio-Barge) ed a 200mila euro per quanto riguarda il progetto di Villafranca in località Vasche.


La Provincia, grazie ad una convenzione siglata nel 2009 con l’Agenzia Interregionale del Fiume Po, è l’Ente incaricato di eseguire le opere programmate ed inserite nell’elenco annuale delle Opere Pubbliche, la cui spesa si aggirerà attorno ai 5 milioni di euro, somma destinata dall’Agenzia per la sistemazione delle sponde del Pellice. “E’ un passo importante che il Pinerolese attendeva da tempo – ha commentato l’Assessore provinciale Piergiorgio Bertone, che rappresenta il territorio in questione –. Una risposta concreta in base alla quale non possiamo che ritenerci soddisfatti. Siamo alla vigilia dell’inizio dei lavori che l’intera comunità della zona auspicava per la risoluzione dei numerosi problemi proprio legati al rischio idrogeologico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val Pellice, a breve il via ai lavori post-alluvione 2008

TorinoToday è in caricamento