rotate-mobile
Val Chisone Sestriere

Ricorso alla Corte d'Appello per l'incidente della funivia a Sestriere

Nuovo capitolo giudiziario intorno all'episodio del marzo 2008. Il procuratore della Repubblica di Pinerolo, Amato, ha avanzato ricorso contro l'assoluzione decretata dal gip nei mesi scorsi

Un nuovo capitolo giudiziario si appresta ad esser scritto intorno al controverso incidente alla funivia di Sestriere del 22 marzo 2008. Se nel mese di giugno il gip di Pinerolo, Gianni Reynaud, aveva assolto i cinque imputati nel processo, infatti, ora è il procuratore pinerolese Giuseppe Amato ad avanzare ricorso alla Corte d’Appello di Torino nei confronti della sentenza.

L’episodio risale a tre inverni fa, quando una cabina della funivia Pattemouche-Anfiteatro aveva violentemente sbattuto contro il muro della stazione d’arrivo a causa della mancata attivazione del dispositivo di sicurezza, atto a ridurre la velocità in prossimità dell’arrivo della corsa. Nell’impatto rimasero ferite, senza gravi conseguenze, una quindicina di persone.


I cinque imputati per il malfunzionamento dell’impianto sono stati il capo servizio Emanuele Fanari, i vetturini Luciano Pons e Kent Benson, il direttore della Sestriere Spa Eraldo Degioanni ed il macchinista Tiberiu Gioanca, il quale aveva già chiesto il patteggiamento. Il giudice Reynaud a fine giugno aveva sentenziato l’assoluzione di tutte le persone coinvolte, compreso Degioanni, al quale i p.m. avevano contestato anche la rimozione di misure antinfortunistiche. Ma il ricorso avanzato ora dal procuratore Amato potrebbe rimettere tutto in discussione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricorso alla Corte d'Appello per l'incidente della funivia a Sestriere

TorinoToday è in caricamento