Val Chisone Fenestrelle

Pracatinat, scende in strada la protesta dei profughi

Una nutrita rappresentanza dei 146 giovani accolti presso gli ex sanatori ha manifestato bloccando la Provinciale e chiedendo di essere ospitata in centri meno isolati

 

E' stata inscenata in mezzo alla strada la protesta pacifica dei 146 profughi ospitati presso gli ex sanatori di Pracatinat dal mese di giugno. La provinciale che sale verso le strutture dove i giovani sono tuttora accolti è stata bloccata con alcuni massi e tronchi, mentre i manifestanti hanno intonato cori ed improvvisato balli.

Il motivo del contendere è legato al posizionamento isolato, in alta montagna, degli ex sanatori. Un luogo nel quale i profughi non possono socializzare né cercare un lavoro. Sul posto sono intervenute alcune pattuglie di Carabinieri, ma la situazione si è sempre mantenuta ordinata.

Le istituzioni predisposte a far fronte all'emergenza profughi ed i vertici delle forze dell'ordine si sono incontrati per cercare una soluzione al problema. E pare che, entro fine anno, i giovani ospitati a Pracatinat possano abbandonare gli ex sanatori per nuovi centri d'accoglienza meno isolati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pracatinat, scende in strada la protesta dei profughi

TorinoToday è in caricamento