rotate-mobile
Val Chisone Usseaux

Ad Usseaux le ultime battute del progetto transfrontaliero "Bois-Lab"

Ieri a Chambery è stato tracciato il bilancio finale dell'attività cooperativa sull'asse Italia-Francia, mentre domani in Val Chisone prenderà le mosse "LegninValle"

Si concluderà ad inizio ottobre, dopo due anni di inteso e proficuo lavoro, il progetto di cooperazione transfrontaliera sull’asse Italia-Francia denominato “Bois-Lab”. Un accordo reso possibile grazie all’opera di Provincia di Torino e Conseil Général de la Savoie, atto a sostenere la domanda e l’offerta di legno di qualità di provenienza locale. Sono così state realizzate azioni di sensibilizzazione, formazione e comunicazione tese a garantire un adeguato sbocco di mercato alle produzioni legnose, spesso di eccellenza, che i rispettivi territori sono in grado di esprimere.

Il bilancio finale di “Bois-Lab” è stato tracciato ieri a Chambery, capoluogo del Dipartimento della Savoia, nel corso di un seminario organizzato dai due Enti che hanno promosso insieme il progetto. Il seminario si è tenuto nell’ambito della Fiera della Savoia, in corso di svolgimento appunto a Chambery.


Il seminario ha preceduto di appena due giorni l’inaugurazione ad Usseaux, in Val Chisone, della manifestazione “LegninValle”, dedicata alla filiera di produzione e trasformazione del legno locale. “L’evento che sabato inaugureremo in Val Chisone – ha spiegato l’Assessore provinciale all’Agricoltura e Montagna, Marco Balagna - rappresenta non solo la sintesi dei risultati di ‘Bois-Lab’, ma anche l’ideale evoluzione di una strategia di valorizzazione sostenibile del patrimonio forestale che il Comune di Usseaux, con il supporto della Provincia e della Comunità Montana del Pinerolese, ha portato avanti a partire dalla fine degli anni ’90, ospitando quattro edizioni dell’esposizione biennale ‘Bosco e Territorio’”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ad Usseaux le ultime battute del progetto transfrontaliero "Bois-Lab"

TorinoToday è in caricamento