Val Chisone

Parco Orsiera Rocciavrè, gli Alpini tornano a pulire

Dopo la lettera indignata del presidente della riserva naturale e nonostante alcune nevicate primavrili, un plotone è ritornato al poligono di tiro per sgombrarlo dai bossoli e dai rifiuti

Ha avuto immediate conseguenze l’indignata lettera di Mauro Deidier, presidente del Parco Orsiera Rocciavrè, nella quale si segnalava la vergognosa situazione in cui era stato abbandonato dagli Alpini un settore della riserva naturale adibita a poligono di tiro. Un plotone è infatti tornato sul posto e, nonostante alcune nevicate primaverili, ha subito ripulito a dovere la zona.

La polemica era scattata la scorsa settimana, quando Deidier aveva spedito una missiva di protesta al Comando Interregionale Nord di Corso Vinzaglio, al presidente della Regione Piemonte ed al sindaco di Usseaux, lamentando un’ingente presenza di bossoli e sporcizia sui prati utilizzati come poligoni di tiro dagli Alpini, oltre che l’utilizzo di un cartello segnaletico in legno come bersaglio e la presenza di evidenti tracce lasciate in eredità dal passaggio di mezzi cingolati.


Una situazione già verificatasi in passato e che ha innescato la seccata reazione degli amministratori del parco naturale. Al plotone degli Alpini non è restato che constatare l’effettivo danno creato e porvi rimedio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Orsiera Rocciavrè, gli Alpini tornano a pulire

TorinoToday è in caricamento