Pinerolo

Quattro imprese pinerolesi premiate dalla Regione per longevità

Il governatore Cota, a Teatro Carignano, ha consegnato una targa alle attività ultra-centenarie in Piemonte: tra queste una realtà di Perosa Argentina, una di Torre Pellice e due di Bobbio Pellice

Nella giornata di ieri, presso il Teatro Carignano di Torino, sono state premiate dalla Regione le oltre centocinquanta imprese piemontesi del commercio e della ristorazione, tuttora attive, in grado di vantare più di cent’anni di storia alle spalle. A fare gli onori di casa il Presidente della Regione, Roberto Cota, e l’Assessore regionale al Commercio, William Casoni.

La manifestazione è stata organizzata da Ascom-Confcommercio Torino in collaborazione con l’Assessorato Regionale al Commercio, Confcommercio Piemonte, Unioncamere e la Camera di Commercio Subalpina. Per quel che riguarda il territorio pinerolese, sono state premiate le imprese “Biamino Tendaggi” di Perosa Argentina, “Perucca Articoli Regalo” di Torre Pellice ed i ristoranti di Bobbio Pellice “La Ciabota” e “L’Alpina”.


“Le imprese storiche ricoprono oggi un ruolo importante nell’economia del Piemonte che si basa proprio sulle piccole e medie imprese - le parole di Cota prima della premiazione -. Sono infatti un punto di riferimento per la nostra storia e le nostre tradizioni, perché richiamano a quei valori fondanti della cultura piemontese che sono la dedizione al lavoro e l’unità e la forza della famiglia”. “La consegna delle targhe alle botteghe storiche - gli ha fatto eco Casoni -  rappresenta non solo un riconoscimento ufficiale, ma anche la volontà della Regione di promuovere e valorizzare gli esercizi commerciali sul territorio, anche attraverso il circuito turistico. Pur in un periodo di grossa contrazione delle risorse disponibili prosegue infatti l’impegno della Regione a sostenere le aziende attraverso aiuti concreti che derivano dai bandi regionali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro imprese pinerolesi premiate dalla Regione per longevità

TorinoToday è in caricamento