rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Pinerolo

Post-olimpico, 40 milioni per la 'Coverciano della neve'

Il Parlamento ha approvato la mozione di Giorgio Merlo e Stefano Esposito, deputati del Pd: "I siti olimpici ora possono ripartire, ma la Regione deve uscire dal letargo"

Un raggio di sole torna finalmente a farsi largo tra la fitta nebbia che, per anni, ha caratterizzato la gestione delle infrastrutture utilizzate per i Giochi di Torino 2006. Ad annunciarlo Giorgio Merlo e Stefano Esposito, i deputati del Pd che hanno visto approvata in Parlamento la propria mozione a riguardo. “Ora i siti olimpici possono ripartire - hanno spiegato i due esponenti del Partito Democratico -. Con l’approvazione della nostra mozione, sottoscritta da deputati piemontesi di entrambi gli schieramenti, si sono finalmente sbloccati i 40 milioni di euro disponibili presso l’Agenzia olimpica Torino 2006 e che erano a tutt’oggi inutilizzati”.


Merlo ed Espositi invitano, però, a non abbassare la guardia. “Adesso è necessario ripartire per elaborare un piano capace di rilanciare i siti olimpici che sono e restano decisivi per l’incentivazione e la promozione turistica - hanno proseguito -. A cominciare, naturalmente, dalle valli che ospitano tali impianti, la Valle di Susa ed il pinerolese. La cosiddetta ‘Coverciano della neve’ ora può decollare, purché la Regione esca dal letargo che l’ha contraddistinta fino ad oggi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Post-olimpico, 40 milioni per la 'Coverciano della neve'

TorinoToday è in caricamento